Potremmo ridurre il rischio di ictus ed emboli con questi 2 ortaggi di stagione

Quello che portiamo ogni giorno in tavola è fondamentale per la salute dell’organismo. Soprattutto per il sistema circolatorio, l’apparato che fornisce il “nutrimento” alle cellule e le libera delle sostanze di scarto. Purtroppo, però, è anche uno dei più fragili in assoluto. Ipertensione, arteriopatie, trombosi, ictus, emboli. Sono solo alcune delle patologie che potrebbero colpirlo. Ma per fortuna la scienza è costantemente a lavoro per capire come prevenirle. E una ricerca ha recentemente scoperto che potremmo ridurre il rischio di ictus ed emboli grazie alle sostanze contenute in due ortaggi di stagione. Vediamo quali sono e perché potrebbero aiutarci nella prevenzione.

Broccoli e cavoli potrebbero aiutarci a liberare le arterie

La prevenzione e l’alimentazione sono due aspetti fondamentali nella lotta alle malattie cardiocircolatorie. Per la prima abbiamo a disposizione alcuni esami innovativi che potrebbero riuscire a prevenire di anni episodi come infarti e ictus. Per quanto riguarda la dieta, invece, possiamo sfruttare le incredibili proprietà di broccoli e cavoli.

È quanto ha scoperto poco tempo fa un gruppo di ricerca di studiosi australiani. Gli scienziati avrebbero infatti individuato una molecola nominata isothiocyanato all’interno di broccoli e cavoli di diverse varietà. Una molecola che sembra in grado di disostruire le arterie con effetto addirittura doppio rispetto ai farmaci attualmente disponibili.

Una scoperta davvero importante e da approfondire che apre un interessante filone sulla prevenzione di eventi pericolosi come ictus ed emboli.

Come cucinare broccoli e cavoli

Broccoli e cavoli sono ricchi di proprietà benefiche e di preziose sostanze nutritive come vitamine ed enzimi. Se vogliamo mantenerle intatte e non farle disperdere col calore il consiglio è quello di puntare sempre sulla cottura al vapore. Oppure, in alternativa, sul consumo a crudo.

Una scelta semplice quando si parla di cavoli. Meno se vogliamo portare in tavola i broccoli. Pur tuttavia possiamo mangiare anche i broccoli crudi. A patto di procedere per gradi, di lavarli bene e di consumare le cime. I gambi sono più fibrosi e duri e potrebbero rivelarsi più complessi da digerire.

Potremmo ridurre il rischio di ictus ed emboli con questi 2 ortaggi di stagione

Prima di puntare sul fai da te e inserire questi ortaggi nella dieta è sempre meglio consultare il proprio medico o un esperto di alimentazione. Seppur sani e salutari anche broccoli e cavoli presentano alcune controindicazioni. I primi potrebbero creare problemi a chi ha patologie legate al funzionamento della tiroide. I cavoli, invece, non sono particolarmente indicati per chi soffre di meteorismo. Potrebbero infatti portare a un accumulo di aria nella pancia e a gonfiore.

Lettura consigliata

Come potremmo prevenire l’ictus a tavola e come ridurre i rischi

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te