Poco conosciuto è questo cane italiano antichissimo ed elegante, fedele come un pastore tedesco e resistente come un Siberian Husky

Sono tante le razze di cani nel Mondo, molte delle quali incrociate tra loro durante i secoli. Alcune sono selezioni accurate per creare dei campioni in alcuni compiti specifici. Il lavoro, poi, accanto agli uomini ha forgiato la loro abilità. Nascono così i cani da caccia, da guardia, da pastore, per il traino da slitta e tanti altri. Alcune razze sono forti e resistenti, altre agili e intelligenti, tutte però da seguire per la loro salute.

Attenti a pulci e zecche

I cani potrebbero soffrire di alcune malattie, come anche i gatti. Qualcosa che potrebbe scatenarle sarebbero le pulci e le zecche con cui entrano in contatto. Ciò soprattutto nel periodo primaverile ed estivo. Conviene controllare se tra il pelo del cane e del gatto non si annidino questi pericolosi animaletti. Non tanto per il fatto che succhino del sangue al nostro animale, quanto perché attraverso il morso potrebbero trasmettere malattie. A volte è difficile scovare le pulci. Queste si muovono in continuazione e si nascondono. Soprattutto quando sentono la nostra mano perlustrare il pelo alla loro ricerca. Basterebbe allora un foglio di carta per rendersi conto se sono ancora lì o ci sono state in passato.

Poco conosciuto è questo cane italiano antichissimo ed elegante, fedele come un pastore tedesco e resistente come un Siberian Husky

Un cane molto resistente perché quasi immutato da secoli è il Lupino del Gigante. Si tratta di una razza antichissima e tutta italiana. La caratteristica che distingue questo cane è di non aver perso la sua identità nei secoli. Essendo vissuto sempre nella zona dell’Appennino romagnolo, è stato il cane pastore per antonomasia di quelle zone. Questa caratteristica oggi gli offre una salute di ferro e una vita longeva. Cosa che capita meno con le altre razze provenienti da incroci. Queste portano qualche debolezza a livello fisico, eredità delle razze d’origine.

Si chiama Lupino perché deriva dai lupi, che abitavano quelle montagne. Mentre Gigante è il nome familiare che gli abitanti del posto danno al Monte Cusna nell’Appennino reggiano. Quindi, poco conosciuto è questo cane italiano antichissimo. È sempre vissuto in queste zone, fedele aiuto ai pastori locali per secoli. Ultimamente, con la scomparsa della pastorizia, questa razza ha rischiato di scomparire.

Un cane agile e intelligente

Le analisi genetiche fatte all’Università di Bologna hanno confermato che si tratta di una vera razza. Il Lupino del Gigante si presenta come un cane di mezza taglia, dall’intelligenza spiccata e dalla grande vitalità. Come tanti cani pastore, è molto fedele al padrone e dotato di tanta energia da vendere. Si muove con eleganza, anche quando corre e salta. Il suo fiuto è molto spiccato e può essere utile per la ricerca di persone in caso di disastri ambientali. Una razza che è un orgoglio italiano e che racconta la storia delle nostre terre.

Appuntamento

Secondo gli esperti se il cane tira al guinzaglio è per un motivo particolare ed ecco come fare per aiutarlo

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te