Pochi sanno che si può bere questo tipo di latte digeribile e facile da trovare al supermercato, utile per le intolleranze al lattosio

Che sia estate o inverno, una delle principali colazioni o merende è la tazza di latte. Difatti, il latte è uno degli alimenti più consumati, oltre che per il suo sapore anche per le sue ottime proprietà nutritive, molto utili all’uomo. C’è da dire che è il primo alimento che mangiamo quando veniamo al Mondo, questo perché è molto importante per la nostra formazione e lo sviluppo. Di latte ne esistono davvero diversi tipi.

A seconda dell’animale di provenienza, infatti, possiamo avere il latte di pecora, latte vaccino, latte di bufala, latte di capra, ecc. Noi ci soffermeremo sulla differenza tra il latte di pecora e il latte vaccino e vedremo quindi le caratteristiche nutrizionali che appartengono a queste due tipologie.

Pochi sanno che si può bere questo tipo di latte digeribile e facile da trovare al supermercato, utile per le intolleranze al lattosio

Spesso sentiamo parlare di intolleranza al lattosio. Quando una persona pensa di non poter mangiare il latte e i suoi derivati, inizia ad eliminarli tutti completamente. In realtà può capitare che si sia intolleranti solo ad un determinato tipo di latte proveniente da uno specifico animale. Ad esempio, si potrebbe essere intolleranti al latte vaccino ma non a quello di pecora. Confrontando il latte di pecora con quello di mucca, però, le differenze sono molto evidenti. Nello specifico, la quantità di acqua nel latte di pecora (84%) è minore rispetto a quello di mucca (87%). In questa tabella poi vedremo altre differenze:

Latte di pecora Latte di mucca
% grassi 6,5% 3,6%
Colesterolo (mg/100 g) 14 mg 11 mg
% proteine 5,5% 3,2%
Calcio (mg/100 g) 193 mg 119 mg
Fosforo (mg/100 g) 145 mg 93 mg
Vitamina B (mg/100 g) 230/382 mg 162/215 mg
Vitamina C (mg/100 g) 4.000/5.000 mg 940/2.400 mg

Perché scegliere il latte di pecora

Dunque, da questa tabella possiamo evincere che il latte di pecora presenta dei valori nutrizionali nettamente migliori rispetto al latte vaccino. Infatti, proprio perché è ricco di vitamine e sali minerali, viene molto utilizzato per la realizzazione di formaggi a pasta dura o molle. Inoltre, un bicchiere di 100 ml apporta circa 108 kcal rispetto alle 64 kcal del latte di mucca. Questo perché il suo contenuto di lipidi è maggiore rispetto al latte di mucca. Le percentuali di lattosio invece sono praticamente uguali in entrambi tipi di latte: 4,8% per il latte di pecora e 4,7% per quello di mucca.

Quindi, pochi sanno che si può bere questo tipo di latte e preferirlo a quello di mucca, che tutti sono abituati a consumare. Infatti, essendo altamente digeribile, potrebbe aiutare chi soffre di una piccola intolleranza al lattosio. Ovviamente però questo dipende da persona a persona ed è sempre importante rivolgersi ad uno specialista.

Lettura consigliata

3 semplici consigli per lavare questi frutti di luglio ricchi di vitamina C che potrebbero offrire straordinari benefici alla pelle

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te