Pochi sanno che è possibile fare lo sbiancamento dei denti a casa anche senza bicarbonato e limone usando questo ingrediente

Tutti vorremmo un sorriso bianco e splendente, come quello delle modelle sulle copertine o come quello gli attori di Hollywood. Ottenerlo non è poi così difficile. Avendo i soldi, c’è chi ricorre allo sbiancamento dal dentista, che però costa parecchio e lascia i denti molto sensibili. Altri invece ricorrono a rimedi casalinghi con limone e bicarbonato. Tuttavia, un uso prolungato di questi ingredienti potrebbe danneggiare lo smalto dei denti. Quello che gli amanti del sorriso perfetto non sanno, è che i denti si possono sbiancare facilmente anche con un altro ingrediente naturale, privo di controindicazioni.

Perché i denti sono gialli

Il colore dei denti dipende da fattori genetici. Non è lo smalto che determina il colore, ma la dentina, che è lo strato più interno del dente. Lo smalto è infatti trasparente. Quello che vediamo è il colore della dentina che traspare dallo smalto, e va dal giallo al grigio. A contribuire all’ingiallimento dei denti ci sono poi diversi fattori: l’invecchiamento, ma anche il consumo frequente di bevande come caffè, tè e vino rosso. Naturalmente, anche il fumo peggiora la situazione. Queste sostanze arrivano alla dentina passando attraverso lo smalto, che è poroso, e si fissano su questa, alterandone il colore. Sbiancare i denti senza danneggiarli, con un rimedio naturale, è possibile e anche semplice.

Pochi sanno che è possibile fare lo sbiancamento dei denti a casa anche senza bicarbonato e limone usando questo ingrediente

Tutti amano i rimedi naturali: costano poco e il più delle volte sono molto efficaci, come i rimedi naturali contro le scottature. Nel caso dello sbiancamento dei denti casalingo, la sostanza prodigiosa di cui stiamo per parlare è un grasso vegetale. Utilizzarlo di frequente non comporta nessuna controindicazione, a differenza del bicarbonato, ed è un potente antibatterico perfetto per prevenire carie, alito cattivo e denti gialli. Stiamo parlando dell’olio di cocco. Questo grasso vegetale contiene acido laurico, in grado di contrastare la proliferazione di batteri e placca, che influiscono negativamente sul problema dei denti gialli.

Come dobbiamo usarlo

Dovremo prima di tutto procurarci l’olio di cocco puro, spremuto a freddo. Prima di ogni lavaggio mattutino, ne lasciamo sciogliere un cucchiaio in bocca con un po’ d’acqua e facciamo degli sciacqui, massaggiando bene denti e gengive. Questo massaggio andrà fatto per circa 15 minuti. Una volta terminato, si potrà eliminare l’olio di cocco e risciacquare. Se non riusciamo a ripetere l’operazione tutti i giorni, dovremmo almeno farla 2 volte a settimana (ma in questo modo i risultati potrebbero farsi attendere). L’ideale è fare questi sciacqui al mattino, prima di fare colazione. Pochi sanno che è possibile fare lo sbiancamento grazie a questo portentoso grasso vegetale. Quel che è certo, è che una volta provata l’efficacia dell’olio di cocco, anche gli abbonati ai trattamenti classici si convertiranno ai poteri benefici di questo ingrediente naturale.

Lettura consigliata

Nascondere la ricrescita delle unghie col gel o col semipermanente sarà una passeggiata grazie a questi trucchetti

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini dei nostri lettori nell'utilizzo degli strumenti, degli ingredienti e dei prodotti per la cura della persona. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con gli strumenti, ingredienti e prodotti normalmente utilizzati per la cura della persona e il make up. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te