Pochi lo sanno ma questa bevanda amata in tutto il Mondo potrebbe farci dimagrire e abbassare il colesterolo

Le ricerche scientifiche studiano ogni giorno gli effetti di ciò che beviamo e mangiamo sul nostro organismo. I risultati degli studi sono spesso sorprendenti. Una scoperta recente, ad esempio, afferma che il consumo moderato giornaliero di questa bevanda potrebbe addirittura allungarci la vita. E tra gli alimenti che finiscono più spesso sotto la lente d’ingrandimento della scienza ce ne sono alcuni consumatissimi come la birra. Oppure come il vino. E pochi lo sanno, ma questa bevanda sembra avere effetti positivi sulla linea e sul controllo del colesterolo. Vediamo in che modo e come consumarla nel modo giusto se vogliamo sfruttarne i potenziali effetti benefici.

Gli effetti del consumo moderato di vino sull’organismo

Prima di approfondire la ricerca è obbligatoria una premessa. Stiamo per parlare di bevande alcoliche e come tali dovremmo sempre moderarne il consumo. In caso di abuso o problemi legati all’alcool la strada obbligata è sempre quella medica.

Il vino resta comunque uno dei principali oggetti di studio della scienza. Una delle ultime ricerche in tal senso arriva dall’Università dell’Iowa ed ha portato a risultati decisamente interessanti. Gli studiosi americani hanno analizzato i regimi alimentari, le abitudini quotidiane e il consumo di bevande a basso grado alcolico di quasi 2mila persone. Successivamente, li hanno incrociati con le caratteristiche fisiche dei componenti del campione compresi nella fascia d’età 40-79 anni.

Ebbene, dall’analisi dei dati sembra emergere che un consumo moderato di vino rosso potrebbe avere effetti positivi sul controllo del colesterolo. E non sono gli unici. Il vino sembra in grado anche di ridurre l’accumulo di grassi.

Al vino bianco, invece, vengono associati possibili benefici per le ossa dovuti all’alta concentrazione di polifenoli.

Pochi lo sanno ma questa bevanda amata in tutto il Mondo potrebbe farci dimagrire e abbassare il colesterolo

Risultati diametralmente opposti, invece, per la birra. Lo stesso studio ha messo in evidenza come le persone che preferiscono la birra agli altri alcolici hanno più problemi con il grasso viscerale. Ma non solo. Nei soggetti che devono lottare con l’obesità, il consumo di birra potrebbe anche diminuire il livello di colesterolo HDL. Ovvero il colesterolo buono, che ha il compito di prelevare il colesterolo e trasportarlo al fegato per lo smaltimento.

Risultati estremamente interessanti che aprono lo spazio per ulteriori studi di approfondimento. Ma ribadiamo ancora una volta che queste ricerche analizzano il consumo moderato di bevande alcoliche. Non dovremmo mai superare i limiti consentiti, dato che l’alcool potrebbe essere responsabile di moltissimi tipi di tumore e non soltanto di quello al fegato.

Lettura consigliata

Sembra incredibile ma forse la bevanda più amata dagli italiani può proteggere il cuore

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te