Perché mettiamo la borsa dell’acqua calda sulla pancia e quando non dovremmo farlo

borsa

Se ci svegliamo con il mal di schiena o con il mal di pancia non appena le temperature sono scese di qualche grado, trovare una fonte di calore potrebbe essere confortante. Se il freddo ha contratto la nostra muscolatura, utilizzare la borsa dell’acqua calda potrebbe portarci sollievo e rilassarci. E lo stesso dicasi in caso di dolori mestruali, coliche renali o dolori addominali.

Le borse tradizionali rilasciano il caldo per un’ora ed è un rilascio graduale utile per limitare i dolori, quindi questo è il tempo di utilizzo su cui basarci. L’uso è immediato, dopo aver fatto bollire l’acqua riempiamo la borsa, stando attenti a non scottarci. Un trucco per riempirla senza ustionarci è quello di tenere la linguetta di gomma con una pinza. Anche il pericolo degli schizzi sarebbe aggirato. Le borse dell’acqua calda tradizionali costano veramente poco, quelle stilizzate costano di più ma i prezzi sono sempre abbordabili.

Perché dormirci potrebbe fare male

Se da una parte l’utilizzo della borsa dell’acqua calda potrebbe aiutarci a diminuire i dolori, dall’altra l’abitudine di utilizzarla la notte per dormire potrebbe non essere così corretta. Lo stress termico a cui sottoporremmo la circolazione cutanea potrebbe creare rigonfiamenti delle vene, arrossamento e pruriti. Quindi questo rimedio a cui siamo così affezionati potrebbe avere delle controindicazioni. Oltre che in riferimento alla circolazione sarebbe meglio non utilizzarla in caso di traumi e infiammazioni. Per esempio la mettiamo spesso sulla pancia quando abbiamo dolori, ma dovremmo assicurarci che non si tratti di appendicite. In questo caso sarebbe sconsigliato ricorrere alla borsa. Stesso discorso per le coliche intestinali, soprattutto nei neonati e nei bambini.

Sarebbe meglio, se si tratta di bambini, pensare a modi diversi per fare in modo che il calore diminuisca i dolori. Lasciare un bambino piccolo e una borsa piena di acqua calda potrebbe essere pericoloso, anche quelle elettriche non sono consigliate. Vediamo in che modo possiamo comportarci se vogliamo evitare questi pericoli.

Quando il calore non ci fa stare bene

Esiste un rimedio che potrebbe permetterci di lasciar perdere la borsa dell’acqua calda quando si tratta di dover riscaldare i bambini. Si tratta della borsa in pula di grano. Riscaldata nel forno a microonde assolve agli stessi compiti ma con minori rischi. Esistono poi dei cuscinetti in gel con cui possiamo riscaldare culle o lettini senza avere lo stesso shock termico che ci da una borsa. Perché mettiamo la borsa dell’acqua calda nei letti per riscaldarci ha a che fare con le abitudini che abbiamo conosciuto tramite le nostre nonne o madri, ma la tecnologia oggi ci da delle alternative.

Quando le patologie di cui soffriamo sono molto invasive, dopo operazioni oppure cure molto forti, il nostro organismo è debole. Quindi facciamo attenzione ai prodotti che utilizziamo. Alcune borse dell’acqua calda sono in grado di rilasciare sostanze che potrebbero farci male se a contatto con un calore troppo intenso. Spesso la possibilità di spendere pochi euro può farci fare acquisti incauti. Diversi siti che parlano di acquisti e consumi hanno evidenziati i sequestri di borse dell’acqua calda di dubbia provenienza. Quindi informiamoci bene prima di comprare oppure rivolgiamoci a rivenditori di fiducia. La nostra salute va messa sempre al primo posto.

Perché mettiamo la borsa dell’acqua calda sulla pancia e che effetti abbiamo

Il principio che fa in modo che il calore ci dia beneficio è quello della vasodilatazione. I vasi si dilatano e i muscoli si rilassano e da questo meccanismo potremmo trarre davvero tanto sollievo. Mettere la borsa dell’acqua calda sul basso ventre potrebbe attenuare i dolori dovuti al ciclo mestruale. Il calore diminuirebbe l’intensità dei crampi e darebbe benessere immediato.

In caso di influenza il calore aiuterebbe la circolazione dell’ossigeno aiutando gli anticorpi ad agire e facilitando lo smaltimento dei rifiuti del metabolismo. L’applicazione del calore ha un effetto velocizzante nei confronti delle funzioni del corpo. Il rilassamento dei muscoli subirebbe lo stesso effetto, ecco perché dovremmo mettere la borsa dell’acqua calda sui muscoli contratti quando in inverno ci svegliamo con una certa rigidità.

Lettura consigliata

Attenzione al vomito o alla pancia gonfia quando beviamo l’acqua

Il contenuto di questo articolo è stato letto, corretto e approvato dal referente scientifico, Dr. Raffaele Biello.
Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te