Perché dovremmo lavare la moka tutti i giorni e come farlo nel modo giusto

Il caffè è un piacere quotidiano che noi italiani conosciamo bene. Una buona tazzina ci dà l’energia di cui abbiamo bisogno per iniziare al meglio la giornata. È ideale per ricaricare le energie e tornare al lavoro, o per concludere in modo piacevole un pranzo in famiglia o con gli amici. I cultori del caffè, però, si trovano spesso divisi su di un punto fondamentale: la caffettiera va pulita oppure no? Cerchiamo di fare chiarezza.

Perché dovremmo lavare la moka tutti i giorni e come farlo nel modo giusto

Alcuni ritengono che lavare la moka possa ridurre l’aroma del caffè. Sarebbero infatti i residui sulla parte superiore della caffettiera a conservare il sapore di questa bevanda straordinaria. Ma non è vero. Se evitiamo di lavare la moka, rischiamo di ottenere l’effetto opposto: un caffè cattivo, con sentore di acido o di bruciato. Non solo: una moka sporca potrebbe essere poco sicura per la nostra salute.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Aloe Vera Slim, l'integratore naturale che ti fa perdere peso velocemente

SCOPRI IL PREZZO

Aloe Vera Slim

Che cos’è l’acrilammide

L’acrilammide è una sostanza presente negli amidi e nel tabacco. Anche la tostatura di cereali e caffè la può produrre. Benché gli studi non abbiano raggiunto dei risultati concordi riguardo agli effetti sull’uomo, i test sugli animali indicherebbero una possibile azione cancerogena. È dunque consigliabile evitarne un’assunzione eccessiva. I ricercatori dell’Autorità europea per la sicurezza alimentare (Efsa) hanno scoperto che il caffè è tra le sostanze più ricche di questa sostanza. Facendo più caffè senza lavare la moka, inoltre, la produzione di acrilammide aumenterebbe in modo esponenziale: da 450 microgrammi nella prima tazzina a circa 900 nella quarta.

Metodi di pulizia della moka

Per rispondere alla nostra domanda iniziale, dunque, sì: la caffettiera va lavata. Salute e papille gustative ci ringrazieranno. Come farlo, però? Gli oppositori della pulizia eccessiva su una cosa hanno ragione: mai e poi mai utilizzare sapone o altri detergenti, mai mettere la moka nella lavastoviglie. In questo caso l’aroma del caffè risulterà compromesso. Per il lavaggio quotidiano, basterà passare i vari pezzi della caffettiera sotto l’acqua calda o tiepida dopo ogni tazzina. Se rimangono dei residui, consigliamo di rimuoverli con uno spazzolino. Importantissima poi la fase dell’asciugatura. Assicuriamoci che le varie componenti siano ben asciutte, prima di richiudere la moka: l’umidità genera muffa e cattivo odore. Ideale, a questo scopo, un panno assorbente.

Approfondimento

Ecco, dunque, perché dovremmo lavare la moka tutti i giorni e come farlo nel modo giusto. Per un lavaggio più approfondito, da effettuare una volta a settimana, suggeriamo la lettura di questo articolo.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te