Per togliere il calcare dal ferro da stiro, non servono aceto e bicarbonato ma questo ingrediente

Quando si parla di pulizie casalinghe fatte con rimedi della nonna, a tutti vengono in mente il bicarbonato di sodio e l’aceto bianco. Questi due ingredienti sono spesso visti come capaci di pulire alla perfezione qualsivoglia oggetto.

In realtà, spesso gli vengono attribuite proprietà chimiche che in realtà non hanno. In alcuni casi, possono anche danneggiare i materiali su cui vengono applicati. Ad esempio, l’aceto non dovrebbe essere applicato su alcuni materiali né usato per pulire molti elettrodomestici. Tra questi ultimi c’è il ferro da stiro, che rischia di essere corroso.

Per questo, molti provano a pulirlo con il bicarbonato di sodio, ma non sanno che non ha le proprietà chimiche per farlo e pertanto non rimuoverà mai il calcare che si forma sulla sua superficie.

Per togliere il calcare dal ferro da stiro, non servono aceto o bicarbonato ma questo ingrediente

Una soluzione migliore di entrambi è l’acido citrico. Torna utile in tante circostanze, anche per fare la manutenzione di un altro elettrodomestico molto importante e cioè la lavatrice.

Si tratta di un acido contenuto negli agrumi e che può essere comprato in farmacia, nelle erboristerie e persino in alcuni supermercati. Il costo di 1 kg di questo prodotto oscilla tra i 7 e i 15 euro.

Procedimento

Per togliere il calcare dal ferro da stiro con l’acido citrico bisogna realizzarne una soluzione al 15%. Per farlo, serviranno 1 l di acqua demineralizzata e 150 g di acido citrico.

Prima di tutto, bisogna mischiare i due ingredienti. Procedere dunque a metterli all’interno del serbatoio del ferro, al posto dell’acqua. Lasciarli agire per una decina di minuti e quindi azionare il vapore. Il calcare si depositerà sul fondo del serbatoio, dove sarà molto più facile eliminarlo.

Cosa è e dove trovare l’acqua demineralizzata

L’acqua demineralizzata non contiene le impurità che di norma si trovano in quella del rubinetto. Non è necessario comprarla, siccome si può usare l’acqua di raccolta di condizionatori e deumidificatori.

Bisogna però assicurarsi che i filtri delle vaschette in cui è contenuta siano sempre puliti ed è importante depurarla ulteriormente con l’aiuto della carta assorbente da cucina. Inoltre, si consiglia di gettare l’acqua che si trova sul fondo, spesso sporca.

È acqua demineralizzata anche quella che si ottiene dal ghiaccio di condensa del congelatore. Ovviamente, anche questa deve essere opportunamente filtrata prima di essere utilizzata per qualsiasi scopo.

Lettura consigliata

Ecco un rimedio ecologico per sbiancare il bucato della lavatrice senza usare la candeggina

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te