Per riscaldare casa questa soluzione fa risparmiare moltissimo ma non conviene in 3 casi

Con l’arrivo dell’inverno si torna ad accendere il riscaldamento. Col freddo le bollette elettriche e del gas sono più pesanti perché per riscaldare casa consumiamo molta energia. Quest’anno le bollette saranno più pesanti del solito a causa dell’impennata dei prezzi delle materie prime legate all’energia.

Ci sono varie soluzioni che possono ridurre la spesa per il riscaldamento degli ambienti. Una in particolare suscita un crescente interesse, perché per riscaldare casa questa soluzione fa risparmiare moltissimo ma non conviene in 3 casi.

Prestiti 2021

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 5051 - 6566+

Clicca sull'età

Prestiti 2021

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 50

51 - 65

66+

Clicca sull'età

Quando il riscaldamento pesa di più sul portafoglio

Il rialzo dei prezzi dell’energia preoccupa gli italiani. Il Governo ha ammesso che i rincari sulla bolletta possono arrivare fino al 40%. Tutti hanno l’esigenza di dare un taglio ai costi di luce e gas. Alcuni suggerimenti per risparmiare sono illustrati in questo articolo: “Non tutti conoscono questi trucchi per tagliare le bollette e fare fronte ai rincari”.

In inverno il riscaldamento è in genere la spesa che più incide sulle tasche delle famiglie. Per risparmiare su questa voce ci sono molti modi. La soluzione più drastica è cambiare l’impianto ed installarne uno più energeticamente efficiente. In Italia sono sempre più diffusi i sistemi di riscaldamento a pompa di calore, spinti anche dai vari bonus per l’efficientamento energetico degli immobili. Gli impianti a pompa di calore hanno il grande vantaggio di avere un coefficiente di prestazione superiore a 4. Questo significa che l’impianto produce almeno 4 kilowatt di energia ogni kilowatt usato per il funzionamento. Ne consegue che una pompa di calore può generare un risparmio anche del 70% sulla bolletta del gas.

Per riscaldare casa questa soluzione fa risparmiare ma non conviene in 3 casi

L’installazione della pompa di calore non ha particolari controindicazioni. L’impianto può essere installato in ogni immobile, sia in fase di costruzione che in fase di ristrutturazione. Anche se l’installazione delle diverse pompe di calore richiede in alcuni casi delle condizioni specifiche.

Il fatto che una pompa di calore possa essere installabile non significa che sia necessariamente conveniente. Ci sono dei casi in cui questo impianto non porta vantaggi ma crea maggiori costi rispetto al metano. In una casa senza l’impianto fotovoltaico i risparmi sono ridotti rispetto all’utilizzo del gas e l’ammortizzamento dell’investimento si allunga di molto. La pompa di calore abbinata ai pannelli solari può fare risparmiare fino a 1.500 euro nel riscaldare un appartamento dotato di fotovoltaico.

La pompa di calore ha un’efficienza ridotta in una casa senza isolamento termico. Poiché l’impianto a pompa funziona al massimo in abbinamento con il fotovoltaico, ovviamente avrà un rendimento maggiore nelle ore diurne. Un ambiente con minima dispersione di calore durante la notte, eviterà alla pompa di calore di entrare in funzione utilizzando la corrente elettrica.

Infine, una pompa di calore ha la massima efficienza con impianti di riscaldamento a bassa temperatura come quelli a pavimento. In questo caso l’impianto a pompa è veramente conveniente. Ovviamente funziona anche con termosifoni e convettori ma il risparmio è minimo.

Approfondimento

Come evitare la stangata delle bollette e risparmiare oltre 200 euro l’anno su luce e gas

Consigliati per te