Per rinvigorire una pianta di prezzemolo ormai appassita bastano 3 semplici e rapide mosse

Dopo il basilico, il prezzemolo è una delle erbe aromatiche più spesso coltivate nei nostri orti e giardini. Averne qualche fogliolina a portata di mano fa sempre comodo. Con il suo gusto particolare è perfetto per insaporire piatti a base di pesce, come, ad esempio, l’insalata di mare. È l’ingrediente principale della gustosissima salsa verde, specialità piemontese molto adatta per accompagnare carne e uova sode.

Coltivare il prezzemolo è piuttosto semplice. Ama i terreni umidi e una buona esposizione alla luce. Nonostante ciò, può capitare che le nostre piantine di prezzemolo diventino avvizzite e presentino le foglioline flosce. Vediamo come correre ai ripari.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
XW 6.0 è lo Smartwatch migliore del 2021: il tuo mondo a portata di polso

SCOPRI IL PREZZO

“XW60”/

Per rinvigorire una pianta di prezzemolo ormai appassita bastano 3 semplici e rapide mosse

In piena estate, quando le giornate sono davvero torride, può essere utile spostare il vaso in un posto un po’ meno esposto alla luce diretta del sole. In pieno sole, infatti, la pianta evapora un tasso di umidità più alto rispetto a quello che è in grado di assorbire. Il risultato sono piantine con gambi e foglioline flosci.

Le piante coltivate non in piena terra ma in vaso richiedono una maggior quantità di acqua. Controllare lo stato del terreno almeno fino a circa 3 cm di profondità. Se risulta asciutto, provvedere subito con una abbondante annaffiatura.

Se ci accorgiamo che il terreno non scorre in maniera libera, aspettare le ore serali quando scende un poco la temperatura ed estrarre la piantina. Mescolare al terreno del materiale sabbioso, in modo da aumentare la capacità di assorbimento.

Insomma, è tutta una questione di acqua e luce. Per rinvigorire una pianta di prezzemolo ormai appassita bastano 3 semplici e rapide mosse.

In generale, è bene ricordare che le piante di prezzemolo amano un terreno allentato negli strati più profondi. Questo infatti favorisce una radicazione profonda, fattore che facilita la pianta nell’assorbire sia l’acqua che tutte le sostanze nutritive di cui ha bisogno.

Approfondimento

Chi sta mangiando le foglie del nostro basilico e come risolvere il problema.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te