Per ottenere il Superbonus 110% bisogna osservare 4 requisiti

L’Agenzia delle Entrate, in merito al Superbonus 110%, costantemente pubblica interpelli per chiarire i vari aspetti di questa complicata misura. Ed è proprio nell’interpello alla risposta n. 17/E del 7 gennaio 2021, che specifica che per ottenere il Superbonus 110% sono quattro i requisiti da rispettare in un’operazione di demolizione e ricostruzione. Inoltre, bisogna anche considerare la messa in sicurezza per un immobile con pertinenza (collabenti) trasformato in unità residenziale. Per ottenere il Superbonus 110% bisogna osservare 4 requisiti individuati dall’Agenzia delle Entrate.

Agevolazioni al 110% per immobili collabenti

Gli immobili collabenti sono immobili in forte degrado, allo stato di rudere o comunque in condizioni tali da non produrre reddito. Si tratta di fabbricati non agibili e non utilizzabili, tranne se non demoliti e poi ricostruiti. È su questo tipo di immobili che l’Agenzia delle Entrate ha chiarito alcuni aspetti. Nello specifico, ha precisato che possono fruire della detrazione al 110% solo se l’immobile presenta quattro requisiti:

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Acquista lo smartwatch XW 6.0 con il 70% di sconto

Scopri ora l'offerta

Smartwatch

a) classificato come “unità collabente”;

b) dotato di impianto di riscaldamento negli ambienti soggetti agli interventi che danno diritto al Superbonus 110%;

c) alla data della richiesta del titolo abitativo deve essere iscritto nel Catasto fabbricati;

d) l’intervento non deve essere finalizzato ad una nuova ricostruzione ma al recupero del patrimonio edilizio.

Per ottenere il Superbonus 110% bisogna osservare 4 requisiti

Quindi, nell’interpello sopra menzionato, l’Agenzia delle Entrate chiarisce che, gli interventi di demolizione e ricostruzione, devono rientrare tra gli interventi finalizzati alla ristrutturazione edilizia in base al D.P.R. 380/2001. Inoltre, gli interventi antisismici eseguiti sull’immobile devono essere tra quelli previsti dal Superbonus, e gli immobili devono risultare dal Catasto come dei fabbricati.

Nella fattispecie, l’AdE specifica che è importate che l’iscrizione risulti alla data della richiesta del titolo abilitativo dell’intervento. Uno degli aspetti critici legati al Superbonus 110% è rappresentato dal titolo abilitativo che, per gli immobili del 1942, non era un titolo obbligatorio. Quindi, si deve procedere alla ricostruzione attraverso atti depositati in archivio e con foto.

Questi requisiti sono fondamentali per poter beneficiare del Superbonus 110%. La fruizione è possibile attraverso la detrazione fiscale in cinque anni, lo sconto in fattura oppure la cessione del credito a terzi.

Consigliati per te