Per mantenere le ossa forti e resistenti a 20 ma anche a 50 anni ecco cosa dovremmo abbinare allo yogurt per un pasto sostitutivo o come salva cena

Lo yogurt, come tutti sanno, è un derivato del latte. Anche per coloro a cui non piace bere latte alla mattina, lo yogurt sarebbe un efficace sostituto magari con cereali e frutta di stagione. Ma cosa dire di un piatto a base di yogurt anche per la cena? Spesso si arriva alla sera stanchi e appesantiti dalla giornata, oppure nauseati ancora da un pranzo abbondante. La sensazione è quella di voler mangiare, ma rimanere sul leggero. Vediamo allora come portare nelle nostre tavole un piatto facilissimo da fare, senza cottura e senza sforzi. In più, useremo un ingrediente del tutto sardo. Per mantenere le ossa forti e resistenti a 20 ma anche a 50 anni, scopriamo un ottimo pasto sostitutivo.

Tutti i benefici

Lo yogurt di capra si può trovare in ogni supermercato. Anche lo yogurt greco è fatto con latte di capra e pecora, per esempio. Bene, questo ha diverse proprietà benefiche per il nostro corpo. Per prima cosa sarebbe ricco di calcio e farebbe benissimo alle nostre ossa, rendendole più forti. Sembrerebbe essere ancora ricco di fosforo, potassio e ferro. Ha proprietà benefiche non solo per l’organismo, ma anche per la cura della pelle. Infatti, molti lo usano in cosmesi per viso, capelli e corpo. Potrebbe essere un buon alimento per chi pratica sport poiché avrebbe un alto valore energetico. E, infine, sarebbe altamente digeribile, soprattutto se consumato di sera.

Per mantenere le ossa forti e resistenti a 20 ma anche a 50 anni ecco cosa dovremmo abbinare allo yogurt per un pasto sostitutivo o come salva cena

Lo yogurt di capra in Sardegna si chiama “Giunchetta” ed è fatto con il latte di animali di origine isolana. Qualcuno usa ancora farlo in casa e la sua preparazione è semplicissima. Ci vogliono 500 grammi di latte intero e 1 vasetto di yogurt intero. Facciamo bollire il latte sul fuoco fino a quando non è diventato caldo, ma non troppo, la sua temperatura ideale dovrebbe essere di 40 gradi circa. Mettiamo lo yogurt in una tazza e versiamoci un po’ di latte. Sciogliamo bene il tutto e procediamo col versare la restante parte di latte caldo. Copriamo con un panno come se dovesse crescere e lievitare. Lasciamolo riposare fino a quando sarà denso e fermo. Se muovendo il tegame lo yogurt rimarrà immobile allora vorrà dire che è pronto. Mettiamolo in frigo a riposare per qualche ora. Perché, per esempio, non mangiarne un po’ con del pane carasau sbriciolato dentro? Alcuni usano del pane raffermo da accompagnamento, ma è buonissimo anche con mandorle e noci, kiwi, banane oppure con dell’avocado. Se invece volessimo dargli una nota più dolce, potremmo anche aggiungerci delle fantastiche scaglie di cioccolato fondente, per un piatto tutto da gustare.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te