Per l’invio alle Entrate della precompilata con il Redditi Persone Fisiche l’orologio ora fa tic tac

redditi

La stagione dichiarativa del 2022, per la compilazione e per la trasmissione dei modelli di dichiarazione dei redditi all’Agenzia delle Entrata, volge ormai al termine con la data del prossimo 30 novembre del 2022 che è infatti quella da cerchiare sul calendario. E questo perché entro il 30/11 le persone fisiche che non hanno presentato il modello 730, per la dichiarazione dei redditi, dovranno trasmettere al Fisco il modello Redditi PF.

Così come sempre entro la data del 30 novembre del 2022 i contribuenti, precisamente quelli chiamati a farlo per non incorrere in sanzioni amministrative, potranno integrare o correggere il modello 730 2022 già trasmesso all’Agenzia delle Entrate. E questo andando proprio a presentare il modello Redditi correttivo o integrativo del modello 730 del 2022 già acquisito dal Fisco.

Per l’invio alle Entrate della precompilata siamo quasi arrivati in zona Cesarini

Come per il modello 730 2022, pure per la trasmissione del modello Redditi Persone Fisiche occorre autenticarsi dal sito Internet dell’Agenzia delle Entrate. Utilizzando un’identità digitale. Ovverosia con la Carta Nazionale dei Servizi (CNS). O con la Carta d’Identità Elettronica (CIE). Oppure muniti di Sistema Pubblico d’Identità Digitale (SPID). Mentre le credenziali dell’Agenzia delle Entrate, da parte delle persone fisiche residenti in Italia, non possono essere più utilizzate. In quanto è scattata la rottamazione delle credenziali. Precisamente, con decorrenza 1 ottobre del 2021.

Per l’invio alle Entrate della precompilata, inoltre, al pari del 730 pure il modello Redditi Persone Fisiche 2022 ha tanti dati precaricati da parte del Fisco. Dalle spese sanitarie agli interessi passivi sui mutui. Passando per i contributi previdenziali ed i premi assicurativi.

Con il contribuente che, se non lo ha ancora fatto, potrà trasmettere il modello così com’è. Oppure potrà procedere con delle modifiche, con delle rettifiche e/o con delle integrazioni. Allo stesso modo del 730, inoltre, con il modello Redditi Persone Fisiche 2022 il contribuente può esercitare, per l’IRPEF, l’opzione di scelta. Quella relativa all’8, al 5 ed al 2 per mille dell’Imposta sui Redditi delle Persone Fisiche.

Quando può rendersi necessaria l’integrazione rispetto ai dati già precaricati dal Fisco

Nel dettaglio, il contribuente può andare ad integrare il modello Redditi Persone Fisiche del 2022. Con dei dati che sono sconosciuti al Fisco. Per esempio, con i redditi che derivano da partecipazioni. O da attività d’impresa oppure da attività di lavoro autonomo. Con il vantaggio, che è rappresentato dalla precompilata, di essere assistito nella compilazione in tempo reale sugli eventuali quadri della dichiarazione dei redditi. Quelli che devono essere corretti o completati.

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te