Ecco il modo per comunicare con l’INPS senza SPID in modo gratuito, veloce e sicuro

bando INPS

I servizi erogati da INPS, Agenzia delle Entrate, Comuni, Regioni ed ogni altro ente pubblico diventano sempre più digitali.

La pandemia Covid ha accelerato alcuni step verso l’innovazione.

Abbiamo scoperto la comodità di disbrigare alcune pratiche comodamente da casa, semplicemente accendendo il computer o attraverso lo smartphone.

Anche l’INPS procede in questa direzione. Il portale mette a disposizione un accesso diretto alla propria posizione previdenziale, ma esiste anche un altro canale immediato.

Ecco il modo per comunicare e ricevere informazioni dall’INPS senza perdere tempo e soldi

Le difficoltà per l’ottenimento dello SPID da parte di alcune categorie, sono state superate grazie alla possibilità di accedere a MyINPS anche attraverso la CIE. Quando questa semplificazione sarà completata con l’attivazione di un’apposita App, entrare nel proprio profilo e consultare tutte le informazioni personali sarà un gioco da ragazzi.

Ma l’INPS apre ancora di più i propri canali di informazione e notifica. È possibile infatti attivare la comunicazione a mezzo PEC. L’obiettivo è quello di ridurre o eliminare le missive cartacee, poco sicure, lente e costose. Questa strada strizza anche l’occhio alla sostenibilità e all’ambiente.

Cos’è la PEC, a cosa serve e come funziona?

Dunque, ecco il modo per comunicare velocemente con l’INPS. La PEC è una casella di posta elettronica con valore legale. La posta elettronica certificata consente di inviare e ricevere comunicazioni con validità giuridica, proprio come accade con la classica raccomandata con ricevuta di ritorno. Per i privati cittadini non è obbligatorio avere un indirizzo PEC ma rappresenterebbe una svolta nella gestione dei rapporti con le pubbliche amministrazioni. Il contenuto dei messaggi che passano attraverso la casella certificata non può essere modificato. Inoltre si ottiene in tempo reale il riscontro dell’avvenuto invio e dell’avvenuta consegna del messaggio nella casella del destinatario. Il funzionamento è pressoché identico ad un comune indirizzo email. Si può scegliere di ricevere sulla mail che usiamo correntemente una notifica ogni volta che arriva un messaggio sulla PEC. Non correremo così il rischio di perdere qualche comunicazione importante. Il ricevimento di una mail sulla PEC vale infatti come una tradizionale notifica. Da quella data potrebbero decorrere i termini di scadenza, qualora siano previsti nella lettera.

Come attivare il servizio e non ricevere più posta ordinaria

Attivando il canale di comunicazione a mezzo PEC potremo anche risparmiare i soldi per l’invio di eventuali raccomandate. Il costo di tenuta di un indirizzo PEC equivale in media a quello di due raccomandate ma ha la durata di un anno. Il risparmio è quindi evidente, anche in considerazione del fatto che si può utilizzare per le più svariate esigenze. Ecco il modo per comunicare velocemente ed in modo economico, ma dobbiamo effettuare la scelta dal portale INPS. All’interno della “Gestione consensi” di MyINPS basterà dichiarare di voler utilizzare questo strumento al posto delle comunicazioni cartacee. Dovremo aver cura, naturalmente, di inserire nei nostri dati personali anche l’indirizzo PEC a noi intestato. Ricordiamo che ogni altra comunicazione ricevuta a mezzo mail ordinaria potrebbe essere una truffa.

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te