Per investire i soldi in massima sicurezza ecco gli strumenti delle Poste con il massimo rendimento

Le Poste Italiane offrono molte alternative al risparmiatore che non vuole lasciare i soldi sul conto corrente. Tra gli strumenti più amati ci sono i Libretti postali e i Buoni fruttiferi postali. L’offerta è variegata ma quali sono quelli che hanno un rendimento maggiore? Per investire i soldi in massima sicurezza ecco gli strumenti delle Poste con il massimo rendimento.

I vantaggi offerti dai titoli postali

I titoli di risparmio emessi dalle Poste hanno vari vantaggi che non hanno altri strumenti. Prima di tutto la garanzia della Stato. Le Poste sono controllate dallo Stato italiano attraverso CDP, Cassa Depositi e Prestiti. CDP garantisce tutti i titoli di risparmio emessi da Poste italiane. Tutti hanno zero costi di sottoscrizione. Quindi all’atto dell’acquisto non si dovrà pagare nessuna fee, commissione o altra spesa. Inoltre non ci sono commissioni o penalità in caso di disinvestimento anticipato del capitale prima del naturale rimborso a scadenza.

Prestiti 2021

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 5051 - 6566+

Clicca sull'età

Prestiti 2021

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 50

51 - 65

66+

Clicca sull'età

Altro vantaggio non indifferente è una fiscalità agevolata. Infatti tutti i rendimenti dei Buoni postali sono tassati al 12,5%. Tuttavia i rendimenti dei libretti postali hanno una fiscalità del 26% come i conti correnti e di deposito. Infine un ultimo vantaggio dei buoni fruttiferi riguarda l’aspetto fiscale della successione. I Buoni fruttiferi sono esenti dalla tassa di successione.

Per investire i soldi in massima sicurezza ecco gli strumenti delle Poste con il massimo rendimento

Abbiamo analizzato i vantaggi di alcuni dei più diffusi strumenti d’investimento offerti dalle Poste. Adesso si tratta di capire quali sono quelli che rendono di più. Partiamo dai Buoni fruttiferi postali. Ci sono diverse soluzioni. I Buoni 3×4, i Buoni 4×4, il Buono ordinario.

Il Buono ordinario è un investimento molto flessibile pensato per un orizzonte da 1 a 20 anni. Il rendimento annuo lordo è crescente ed è dello 0,05% nei primi 4 anni, dello 0,1% al quinto anno.  Poi va a crescere fino allo 0,3% del ventesimo anno. Gli interessi maturano il primo anno e poi ogni bimestre e vengono riconosciuti al momento del rimborso.

Il Buono 3×4 permette di investire fino a 12 anni. Il rendimento annuo lordo è crescente ed è pari allo 0,1% alla fine dei 3 anni e dello 0,2% nei tre anni successivi. Il rendimento annuo cresce allo 0,3% tra il sesto e il nono anno e sale allo 0,5% negli ultimi 3 anni.

I Buoni 4×4 funzionano nello stesso modo dei 3×4, ma hanno una durata di 16 anni.  Il rendimento annuo è crescente ed è dello 0,2% dopo 4 anni, dello 0,3% dal quarto all’ottavo anno. Il rendimento sale allo 0,40% annuo alla fine del 12° anno e allo 0,75% negli ultimi 4 anni.

Infine ci sono i Libretti postali, che sono di due tipi: smart e ordinario. Ma sono soprattutto strumenti di gestione della liquidità, alla pari dei conti correnti. Interessante è l’offerta Supersmart attivabile con il Libretto smart, che offre lo 0,4% per 360 giorni, sulle somme accantonate a partire da 1.000 euro. Tuttavia la fiscalità sugli interessi è del 26%, alla pari degli altri conti correnti.

Le alternative alle Poste

I Buoni postali hanno numerosi vantaggi e grande sicurezza, ma che si paga in rendimento, non particolarmente eccezionale. I rendimenti dei conti di deposito sono molto più alti. Per esempio stupirà ma quest’investimento a 6 anni rende più di tutti ed è sicurissimo. E su un investimento con un orizzonte di 10 anni ed oltre, attualmente i titoli di Stato battono i Buoni 3×4 e i 4×4. I nostri Analisti hanno fatto un confronto in questo articolo: “Quest’investimento batte tutti perché offre il più alto rendimento, è sicuro e garantito”.

Consigliati per te