Per far crescere meglio le zucchine, le melanzane e tanti altri ortaggi da frutto nell’orto o nel giardino bisogna coltivarli vicino a questo fiore dalle proprietà incredibili

Alcuni fiori non sono solo splendidi da vedere. Ma sono anche buoni vicini per alcune piante e un’importante aggiunta per il giardino o per l’orto. Abbiamo trattato il tema della consociazione tra le piante in diverse occasioni. Per chi non lo sapesse, questa antica pratica agricola consiste nel coltivare nello stesso appezzamento di terreno alcune piante che si danno dei reciproci vantaggi. O che semplicemente possono convivere nello stesso terreno senza arrecarsi danni. Tuttavia, così come esistono piante che si aiutano tra loro, ci sono anche quelle che si ostacolano sottraendosi nutrienti o perché tendono ad essere invase dagli stessi parassiti. In questo caso parleremo di una consociazione da provare assolutamente. Per far crescere meglio le zucchine, le melanzane e tanti altri ortaggi da frutto nell’orto o nel giardino bisogna coltivarli vicino a questo fiore dalle proprietà incredibili. Con questo termine ci riferiamo, tra i tanti, a cetrioli, zucchine, pomodori, peperoni, melanzane, fagioli, zucche e fagiolini.

Per far crescere meglio le zucchine, le melanzane e tanti altri ortaggi da frutto nell’orto o nel giardino bisogna coltivarli vicino a questo fiore dalle proprietà incredibili

Il fiore in questione è la calendula, che torna utile in altri campi oltre a quello della cosmesi. Lo splendido fiore è capace di attirare gli insetti impollinatori, interessati al suo nettare. Questi ultimi sono importantissimi affinché le piante da orto producano i loro frutti. Inoltre, attrae a sé anche coccinelle e sirfidi, le cui larve predano gli afidi.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina FIT, il nuovo integratore che fa perdere peso in pochi giorni

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Ma le sue proprietà non finiscono qui. La presenza della calendula è in grado di scacciare i vermi nematodi, che si annidano tra le radici delle piante intaccandone lo sviluppo. Il suo essudato radicale, a loro sgradito, li allontana senza ucciderli. Questa sostanza resta per anni nel terreno, persino dopo la morte del fiore.

Proprio per questo la calendula è un buon vicino per pomodori, patate, melanzane e tabacco, che tendono ad esserne attaccate. Una qualità condivisa con il tagete, fiore  capace di respingere non solo i nematodi, ma anche gli aleurodidi (noti come mosche bianche) che spesso attaccano i pomodori.

C’è più di una buona ragione per volere le calendule nel proprio orto o nel giardino di casa.

Consigliati per te