Per eliminare le odiose pieghe sugli indumenti senza usare il ferro e risparmiare sulla bolletta bastano questi semplici trucchetti

Finalmente arriva il weekend e non vediamo l’ora di concederci un po’ di meritato relax, magari approfittando di straordinarie offerte e partendo per un viaggetto.

Tuttavia, lo spirito vacanziero lascia presto il posto ad un sentimento pigro e malmostoso; non solo perché il meteo è grigio e fa freddo, ma perché siamo ben consapevoli di avere del lavoro in arretrato.

Infatti, le faccende domestiche che abbiamo rimandato per tutta la settimana, perché non avevamo tempo o voglia, ci chiamano a gran voce.

Non si tratta solo di passare l’aspirapolvere o cercare di eliminare ostinate incrostazioni per tirare a lucido il bagno.

Stirare, la faccenda domestica più odiata

Proprio lì di fronte a noi, ecco una montagna di panni da stirare, frutto delle lavatrici che abbiamo caricato nei giorni precedenti.

Non serve lanciare un sondaggio per scoprire che la maggior parte di noi nutre un vero e proprio risentimento verso il ferro da stiro, nonostante sia il principale alleato contro le fastidiose grinze sugli abiti.

Proviamo però a consolarci: innanzitutto, ci sono alcuni capi d’abbigliamento che per natura non necessitano di essere stirati.

Stiamo parlando di capi in lana, cashmere, poliestere, seta artificiale e spandex: il materiale di cui sono fatti ci esonera dal lavoro domestico che tanto detestiamo.

In ogni caso, a prescindere dal tessuto, per eliminare le odiose pieghe sugli indumenti senza usare il ferro e risparmiare sulla bolletta bastano questi semplici trucchetti.

Gli spray anti-grinze

Alcuni di certo sapranno che sono disponibili in commercio dei prodotti anti-grinze: dopo aver inumidito il capo, si vaporizza lo spray e si tira delicatamente la stoffa per attenuare la sgualcitura.

Attenzione però, perché questo metodo vale più che altro per i tessuti in misto cotone, ma è assolutamente inadatto per seta e delicati.

Scopriamo dunque altre soluzioni, per cui non è nemmeno necessario aprire il portafoglio.

La piastra per capelli

Se la piastra per capelli è progettata per “stirare” anche i ricci più indomabili perché non dovrebbe funzionare con le pieghe sui vestiti?

Provare non costa nulla, è sufficiente solo prendere alcuni accorgimenti: assicuriamoci che non presenti residui di prodotti per lo styling e impostiamo una temperatura ottimale a seconda del tessuto. E magari proviamo prima su una parte di capo non in vista.

La piastra si rivela furbissima soprattutto per levigare i punti più difficili, come ad esempio il colletto delle camicie.

La doccia

Ulteriore alternativa, da giocarsi anche quando siamo in viaggio e vogliamo dare una sistemata ai vestiti appallottolati in valigia, sfrutta l’ambiente doccia.

Per eliminare le odiose pieghe sugli indumenti senza usare il ferro e risparmiare sulla bolletta bastano questi semplici trucchetti

Una volta appesi i vestiti al bastone della doccia, è sufficiente aprire il rubinetto dell’acqua calda e chiudere la porta del bagno. Eviteremo così la dispersione del vapore.

Dopo aver lasciato in posa gli abiti per 15 minuti circa, noteremo che sono molto più morbidi e quindi più facili da modellare, anche a mano.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te