Per coltivare e curare la lavanda in vaso sul balcone ecco tutti i trucchi

lavanda

La lavanda è sicuramente una delle piante più amate da chi ha il pollice verde. Non solo è profumatissima, ma ha anche tantissimi utilizzi differenti. Inoltre, è anche molto bella da esporre in terrazzo o in giardino, insieme ad altri fiori.

Non tutti sanno che questa pianta è facilmente coltivabile anche in casa, ma soprattutto in vaso. La potremmo utilizzare non solo per decorare i nostri ambienti esterni, ma anche per rimedi casalinghi. Ci vorrà solo qualche piccola accortezza per avere una pianta dai mille utilizzi.

Tutti i passaggi per coltivare questa pianta profumatissima

Per coltivare e curare la lavanda in vaso ci basteranno pochi e semplici passaggi. Scegliamo se comprare dei semi oppure una pianta da trapiantare. Il primo è quello di mettere sul fondo di un vaso alto un po’ di argilla espansa. Mettiamo la nostra pianta oppure i nostri semi, mischiandoli a del terriccio. Innaffiamo abbondantemente.

La lavanda ama particolarmente i climi caldi e il sole. Quindi, è consigliato metterla in terrazzo oppure vicino a una finestra, in modo che abbia abbastanza luce. Annaffiamola regolarmente, ma cerchiamo di versare l’acqua soprattutto alla base.

Per coltivare e curare la lavanda in vaso sul balcone ecco tutti i trucchi

I primi germogli potrebbero venir fuori circa tra le due e le quattro settimane successive alla semina e la fioritura avviene tra giugno e luglio. Per questo è consigliato piantare la lavanda principalmente tra aprile e giugno. In questo modo l’anno successivo avremo già dei bellissimi fiori. Se vogliamo utilizzarne i fiori per dei progetti casalinghi, raccogliamoli quando avranno raggiunto la massima fioritura.

La lavanda ha, infatti, tantissimi usi e non può di certo mancare nel nostro giardino o orto. Questa pianta dai fiori violacei ha un profumo molto intenso. Viene infatti utilizzata spesso per la creazione di oli essenziali, facili da riprodurre anche in casa.

Se coltiviamo la lavanda, proviamo questo olio fai da te

Infatti, ci basteranno solo 200 ml di olio di mandorle dolci e 20 gr di fiori di lavanda per ottenerne uno fai da te. Con un pestello e un mortaio, schiacciamo i fiori e poi immergiamoli nell’olio. Mescoliamo con cura, in modo che i fiori siano completamente coperti.

Mettiamo il tutto in un vaso e chiudiamo l’apertura con una garza e un elastico. Lasciamo a riposo al sole per almeno 3 settimane, senza che però entri acqua. Infine, filtriamo l’olio e mettiamolo in bottigliette scure. Ed ecco il nostro olio essenziale, fatto con la nostra pianta di lavanda. Non solo potremmo usarlo per profumare cassetti e armadi, ma anche per rimedi naturali.

Lettura consigliata

Eliminiamo i tarli del legno da mobili e armadi con questi trucchi naturali

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te