Per 12 mesi 500 euro di Bonus badanti con ISEE sotto 35.000 euro

Bonus badante

Soprattutto sui disabili le misure di aiuto sono tante in Italia. Alcune sono statali, perché valgono su tutto il territorio dello stivale. Altre invece sono a carattere regionale. Sostenere famiglie alle prese con familiari disabili, oppure dare aiuto al disabile stesso sono senza dubbio fattori che determinano l’orientamento delle amministrazioni che creano questo genere di misure. Per i disabili questi strumenti sono variabili come natura. Infatti ci sono misure che offrono danaro, altre che concedono lauti sconti sugli acquisti e poi ci sono anche quelle che danno una mano per dotarsi dell’assistenza del disabile.

Indice dei contenuti

Prestiti 2022

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 5051 - 6566+

Clicca sull'età

Prestiti 2022

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 50

51 - 65

66+

Clicca sull'età

Per 12 mesi 500 euro di Bonus badanti con ISEE sotto 35.000 euro

La disabilità è una condizione critica che riguarda molti italiani e molte famiglie italiane. Se una famiglia è alle prese con problemi di disabilità, una mano la offrono lo Stato o le autorità locali come le Regioni. Una di queste, precisamente la regione Liguria, ha confermato per il terzo anno un Bonus che può tornare molto utile alle famiglie con disabili al loro interno. Avviato nel 2020, dalla regione Liguria è stato riconfermato anche per il 2022. Si tratta di un Bonus a favore delle famiglie che intendono assumere una badante per il loro familiare invalido al 100%. Un Bonus che nei due anni in cui ha funzionato, ha interessato circa 1700 famiglie in Liguria.

L’ottimo risultato raggiunto in termini di platea dei beneficiari ha spinto la Regione a riaprire la possibilità di presentare domanda anche per il 2022. Esattamente dal 2 agosto infatti è possibile tornare a presentare le domande per ottenere un contributo da 500 euro al mese per 12 mesi proprio per l’assunzione di un lavoratore che assista l’invalido. La procedura è gestita dal FILSE, società finanziaria che assiste la regione Liguria e sul cui sito ufficiale ci sono le informazioni sul Bonus.

Sostenere la spesa per la badante

L’obiettivo del Bonus è garantire agli invalidi la giusta assistenza. Per il 2022 ci sono 1,4 milioni di euro stanziati proprio per garantire questa copertura alle famiglie con queste difficoltà al loro interno. La domanda, e quindi il Bonus, riguarda gli invalidi che sono residenti nella regione Liguria alla data di presentazione della domanda. Inoltre serve che l’invalido sia riconosciuto tale in misura pari al 100% e che quindi la condizione di disabilità sia grave. Un altro requisito fondamentale è che l’invalido non sia ricoverato in una struttura sanitaria.

Infatti il Bonus ha come obiettivo quello di consentire la giusta assistenza al disabile presso il proprio domicilio. Obiettivo che se il disabile è ricoverato, decade. È necessario inoltre che la famiglia interessata abbia un ISEE in corso di validità al di sotto dei 35.000. ISEE in corso di validità, ma socio-sanitario, proprio perché serve per una prestazione di carattere assistenziale relativa alla disabilità. La famiglia beneficiaria, una volta ammessa al beneficio che concede per 12 mesi 500 euro, deve provvedere, pena la decadenza del Bonus, ad assumere a norma di Legge una badante.

Lettura consigliata

Consigliati per te