Passaporto per i vaccinati contro il Covid-19? Ecco tutti i vantaggi e gli svantaggi

Tutte le nazioni del mondo stanno cercando di tornare alla normalità nel più breve tempo possibile. Elemento fondamentale perché questo avvenga è la facilità negli spostamenti. È ormai più di un anno, infatti, che non siamo liberi di muoverci come ci eravamo abituati ad essere. Per questo motivo diversi paesi stanno pensando di fornire un documento che possa permetterci di nuovo di viaggiare. Una sorta di passaporto per i vaccinati contro il Covid-19. Non è però una soluzione condivisa da tutti. Ecco allora tutti i vantaggi e gli svantaggi di questa misura.

Il passaporto vaccinale elettronico

Un documento che permetterà il libero spostamento dei cittadini è già realtà in Israele. Anche negli Stati Uniti si sta progettando l’utilizzo di un green pass per tutti i vaccinati. Questo gli permetterà non solo di viaggiare liberamente, ma anche di utilizzare le varie strutture pubbliche come cinema e ristoranti. L’Unione Europea sta cominciando a muoversi nella stessa direzione, ma i tempi sono piuttosto lunghi. Abbiamo già condiviso alcune indiscrezioni riguardo al suo funzionamento nel seguente articolo.

Un dettaglio fondamentale di questo documento però è il suo formato. Il passaporto vaccinale infatti sarà probabilmente elettronico, al contrario di quello già in uso per visitare particolari paesi.

Ecco tutti i vantaggi

A prescindere da come questo Green Pass verrà realizzato però, i vantaggi sono innegabili. In particolare, la stagione turistica potrebbe ripartire dando lavoro a migliaia di persone e una nuova spinta alla nostra economia azzoppata. Questo passaporto per i vaccinati contro il Covid-19 insomma, ci darebbe la possibilità di trovare una nuova normalità. Inoltre, questi vantaggi potrebbero spingere sempre più persone a vaccinarsi, portando alla tanto sospirata immunità di gregge più velocemente.

Ecco tutti gli svantaggi

Per poter finalmente avere il passaporto vaccinale però bisogna essere vaccinati. Ciò comporta diverse problematiche. Innanzitutto, la percentuale di vaccinati in Italia e in Europa è piuttosto bassa. Tra ritardi e difficoltà varie nella distribuzione dei vaccini, sarà difficile arrivare a una buona percentuale di vaccinati entro l’estate. Se anche però ci riuscissimo, si pone il problema etico di chi decide di non vaccinarsi, ma soprattutto di chi non può per ragioni di salute.

Ci sono anche tante incertezze riguardo all’effettiva capacità dei vaccini di contrastare le diverse varianti del virus.

L’altro problema riguarda il formato elettronico del passaporto. Questo, infatti, impedisce a chi non ha grande dimestichezza con la tecnologia o chi non vi ha accesso di avere il passaporto, anche se vaccinato. Questa difficoltà sarebbe condivisa soprattutto dai più anziani, che compongono una fetta importante del turismo nazionale e internazionale.

Ecco spiegati tutti i vantaggi e gli svantaggi di un eventuale passaporto per i vaccinati contro il Covid-19. Nel frattempo, continuiamo ad impegnarci con pazienza e i risultati non potranno che arrivare.

Consigliati per te