Come prepararsi al meglio a un viaggio in Australia

Dopo un paio di anni di vacanze all’estero difficili o addirittura impossibili, siamo tornati a viaggiare e la maggior parte delle frontiere sono aperte. È il caso anche dell’Australia, isolata da tutto e tutti per molto tempo. Tuttavia, la preparazione di un viaggio così lungo è fondamentale per rendere la vacanza più tranquilla e soddisfacente possibile. Ecco alcuni consigli su come preparare al meglio il tuo viaggio in Australia e richiedere il visto eVisitor, obbligatorio per entrare nel Paese.

In taxi all’aeroporto

Il modo più rilassante per iniziare una vacanza, soprattutto prima di un viaggio molto lungo, è prendere un taxi per l’aeroporto. In questo modo eviterai le tariffe esorbitanti di un parcheggio a lungo termine e potrai arrivare al gate in orario senza stressarti. Inoltre, non dovrai dipendere dai trasporti pubblici né trasportare i bagagli in treno. Prenotando il tuo taxi in anticipo, avrai una sicurezza in più e, traffico permettendo (considera tempi un po’ più ampi per sicurezza), non dover temere di perdere il tuo volo per l’Australia.

Visto in regola

Un aspetto fondamentale di una vacanza, soprattutto verso un Paese lontano come l’Australia, è conoscere i documenti necessari per fare ingresso in Australia. Gli italiani possono richiedere il visto eVisitor: si tratta di un’autorizzazione elettronica di viaggio collegata al passaporto. L’eVisitor è destinato a scopi turistici, ma può essere utilizzato anche per viaggi di lavoro e visite ad amici e familiari. Valido per 1 anno, questo visto può essere utilizzato per soggiorni di massimo 3 mesi consecutivi.

È meglio richiedere il visto con largo anticipo, in modo da non avere sorprese dell’ultimo minuto. Senza un visto valido, infatti, non ti sarà consentito salire sull’aereo. Richiedere un visto all’ultimo non è mai l’ideale: nonostante i tempi di consegna indicati, è possibile incorrere in un controllo a campione o altri ritardi. In media, un eVisitor viene concesso entro poche ore, ma a volte è necessario aspettare più tempo.

Attrazioni pianificate attentamente

Poiché l’Australia è un Paese così esteso, è bene pianificare da dove iniziare il viaggio, cosa fare e quanto tempo conviene fermarsi. In questo modo potrai ottenere il massimo dal viaggio e vedere il più possibile nei tempi previsti familiarizzando con le diverse attività e le specifiche attrazioni. Ami le città ma ti andrebbe anche di fare un salto in spiaggia a goderti il sole? Allora Sydney o Melbourne sarebbero un buon punto di partenza. Se invece vuoi goderti al massimo la natura incontaminata australiana, potresti prendere in considerazione la Tasmania. Per scoprire di più sulla cultura aborigena, potrebbe essere interessante visitare Uluru.

Il trasporto in Australia

Una volta atterrati in Australia dopo un lungo volo, conviene conoscere già il modo migliore per raggiungere l’alloggio scelto. Naturalmente, il mezzo più semplice e comodo è di nuovo il taxi, ma spesso è possibile anche prendere un treno o una navetta verso il centro città. Qualunque sia il mezzo di trasporto, è bene informarsi in anticipo su orari e i prezzi. Se ti fermerai nel Paese per diverse settimane, informarti sulla possibilità di noleggiare un’auto. La guida è consentita con una patente di guida italiana, solitamente a partire dai 21 anni di età. Troverai diversi autonoleggi già in aeroporto, ma anche in questo caso è consigliabile prenotare anticipo per trovare il veicolo che fa al caso tuo.

Consigliati per te