Oltre alle casalinghe anche studenti e pensionati riceveranno quest’assegno da 335 euro inviando una semplice autocertificazione

Si parla molto dei lavoratori e dei loro diritti, tralasciando quelle persone che vivono gran parte della loro vita tra le mura domestiche. Queste persone, spesso identificate come casalinghe o casalinghi, pur passando tanto tempo a casa sono comunque esposti a innumerevoli rischi. Infatti, ogni giorno hanno a che fare con elettrodomestici, utensili e quant’altro, che possono provocare infortuni anche gravi. Per questo, già dallo scorso anno, l’INAIL ha pensato a una polizza assicurativa ad hoc per casalinghe e casalinghi, anche in assenza di contributi INPS. Ne abbiamo già parlato sulle pagine di ProiezionidiBorsa. Quello che molti ignorano è che oltre alle casalinghe anche studenti e pensionati riceveranno quest’assegno da 335 euro inviando una semplice autocertificazione. A specificarlo, di recente, è stato proprio il presidente dell’INAIL, Franco Bettoni.

L’autocertificazione di cui si parla serve a specificare i propri redditi. Entro una determinata soglia di reddito, infatti, l’INAIL corrisponde l’assegno da 335 euro anche senza pagare il premio assicurativo. Chiaro è che l’assicurazione vada comunque sottoscritta (anche se gratuitamente). Vediamo la fattispecie nello specifico.

Prestiti 2021

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 5051 - 6566+

Clicca sull'età

Prestiti 2021

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 50

51 - 65

66+

Clicca sull'età

Oltre alle casalinghe anche studenti e pensionati riceveranno quest’assegno da 335 euro inviando una semplice autocertificazione

Il progetto “Per una volta penso a me” è proposto dall’INAIL per tutelare quelle persone che passano molto tempo nelle loro abitazioni. Il progetto prevede una vera e propria assicurazione sugli incidenti domestici per queste categorie di persone, previo corrispettivo di 24 euro all’anno. Le persone che possono assicurarsi non sono soltanto le casalinghe, ma anche studenti e pensionati.

La tutela, introdotta per la prima volta nel 1999, è stata ampiamente rivista nel 2019. Oggi la polizza ha espanso la platea dei potenziali beneficiari, includendo tutti coloro che hanno inabilità attestata superiore al 16%, in seguito a incidente domestico.

Queste persone riceveranno una rendita mensile. In alternativa, in caso di inabilità compresa tra 6% e 15%, riceveranno subito un assegno pari a circa 335 euro (per la precisione 337,41 euro).

Non tutti devono pagare il premio per ricevere l’assegno da 335 euro

Abbiamo detto che per sottoscrivere l’assicurazione bisogna versare una quota annua di 24 euro. Ma l’INAIL prevede alcuni casi in cui tale quota può non essere versata. In casi di redditi inferiori a una certa soglia, l’assicurazione è stipulabile gratuitamente. Nello specifico, il richiedente deve avere un reddito annuo lordo inferiore a 4.648,11 euro (compresi). Oppure, deve essere parte di un nucleo familiare il cui reddito complessivo non supera i 9.296,22 euro. In questi casi, i richiedenti possono sottoscrivere un’autocertificazione in cui dichiarano il loro reddito e, in caso d’infortunio, ricevere gratuitamente la rendita, assegno compreso.

Approfondimento

Finalmente attiva la piattaforma per ottenere subito il bonus che azzera i rincari sulla revisione auto

Consigliati per te