Oltre all’assegno unico per le famiglie ecco altri importanti Bonus per la casa nel 2022 

Con la manovra approvata alla fine dell’anno molti Bonus sono stati cancellati, altri invece sono rimasti validi. Le famiglie italiane possono contare ancora su moltissime agevolazioni, mentre altre hanno cessato la loro efficacia con la scadenza del 31 dicembre. In particolare per la casa sono stati confermati alcuni importanti contributi, ecco quali sono.

Oltre all’assegno unico per le famiglie ecco altri importanti Bonus per la casa nel 2022

La manovra di Bilancio ha assorbito molte agevolazioni che erano state concesse lo scorso anno. Alcuni Bonus risultano accorpati in una unica agevolazione. Per esempio l’assegno unico per le famiglie accorpa diverse agevolazioni come il Bonus mamma e il Bonus bebè. Altri aiuti non potranno più essere richiesti come il Bonus vacanze e il Bonus terme. Cancellati anche gli incentivi per l’auto.

Prestiti 2022

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 5051 - 6566+

Clicca sull'età

Prestiti 2022

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 50

51 - 65

66+

Clicca sull'età

La grande novità è il Bonus familiare ma oltre all’assegno unico per le famiglie ecco altri importanti Bonus per la casa nel 2022. Rinnovato il  Superbonus del 110% ancora per un anno. Le persone fisiche lo potranno sfruttare fino alla fine del 2022. Potrà essere utilizzato senza nessun tetto ISEE come ipotizzato in un primo momento. Il Governo inizialmente aveva introdotto questa modifica, finendo poi per cancellare il tetto. Tutte le persone fisiche proprietarie di case unifamiliari potranno sfruttare il Bonus del 110%. Il Governo ha posto una sola condizione, che al 30 giugno risultino effettuati almeno il 30% dei lavori previsti.

Le agevolazioni per la casa non si fermano qui. La Legge di Bilancio ha confermato il Bonus ristrutturazione fino al 2024. Confermato anche l’Ecobonus ordinario per la riqualificazione energetica degli immobili sempre fino al 2024. Le due agevolazioni permettono di detrarre fiscalmente il 50% o il 65% delle spese sostenute a seconda dei lavori eseguiti nell’immobile. Il Bonus ristrutturazioni ha un tetto massimo di 96.000 euro.

Novità anche per le agevolazioni sugli acquisti di  mobili

La Legge di Bilancio ha confermato un’altra agevolazione molto interessante per le famiglie, quella del Bonus mobili legata al Bonus ristrutturazioni. Questo contributo consente di portare in detrazione sulla dichiarazione dei redditi le spese per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici per la casa.

Attenzione, può godere dell’agevolazione solamente chi ha effettuato dei lavori di ristrutturazione nell’immobile. Il proprietario di casa può portare in detrazione il 50% della spesa ma con un tetto massimo. L’anno scorso per questa agevolazione si potevano ottenere contributi fino a 16.000 euro semplicemente richiedendo questo bonus senza ISEE fino al 31 dicembre. Il tetto massimo di spesa per il 2022 arriva a 10.000 euro. Inoltre la Legge di Bilancio ha stabilito che questa cifra scenda ulteriormente il prossimo anno a 5.000 euro.

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te