Oltre alla pensione di aprile sono in arrivo i soldi INPS delle maggiorazioni assegni per queste famiglie e 3 novità Bonus 

Ultimi scampoli di marzo con relativa coda di pagamenti dell’Ente di Previdenza. A dire il vero il grosso di questi flussi è già avvenuto nei giorni precedenti. La nuova settimana inizierà in sordina ma chiuderà con uno tra i pagamenti tra i più attesi del mese, le pensione.

Facciamo il punto della situazione, giacché oltre alle pensioni alle pensione di aprile sono in arrivo i soldi INPS per altri aventi diritto.

I pagamenti della nuova settimana

Sono due i principali flussi di pagamento attesi nella prima parte della settimana. Da domani, lunedì 28, arrivano le integrazioni dell’assegno temporaneo su redito di cittadinanza. Si tratta di ricariche arretrate e quindi di competenza dei mesi precedenti (quindi no marzo).

In secondo luogo sono attese le maggiorazioni transitorie per alcune famiglie percettori di assegno unico universale su domanda. Il riferimento è a quelle che nel 2021 hanno percepito gli Assegni per il Nucleo Familiare (ANF) in busta paga. Quindi dopo l’accredito (già ricevuto) dell’assegno in sé, arriva anche la parte relativa alle maggiorazioni.

Le novità sul fronte Bonus

Negli ultimi giorni sono arrivate 3 novità dal legislatore in tema di Bonus. La prima riguarda l’innalzamento del tetto ISEE del Bonus sociale luce e gas. Dal 1° aprile al 31 dicembre, infatti, la soglia per averne diritto sale a 12mila euro (oggi 8.265), oltre ai requisiti che abbiamo già ricordato.

In secondo luogo il CdM n. 68 ha previsto un Bonus carburante per quest’anno per le aziende private. Queste potranno cedere ai loro dipendenti, a titolo gratuito, dei buoni carburanti fino a 200 euro a lavoratore.

Infine alcune forze politiche di Governo hanno proposto l’adozione di un nuovo Bonus gomme di 200 euro. Nel D.L. Energia i parlamentari hanno presentato un emendamento per introdurre un incentivo a beneficio di chi monta sul veicolo pneumatici green.

Sono in arrivo i soldi delle pensioni INPS di aprile

Arriviamo al capitolo pensioni, considerato che dal 1° aprile prenderà il via il rateo pensionistico numero 4 del 2022. Da tempo Poste Italiane ha avvisato che dal nuovo mese si sarebbe tornati al vecchio, canonico calendario dei pagamenti. La fine dello stato di emergenza ha decretato l’addio ai pagamenti anticipati al mese antecedente a quello di competenza.

Nulla invece è cambiato per chi già prima della pandemia riceveva l’accredito della pensione sul conto corrente bancario. In definitiva, quindi, da aprile gli importi saranno disponibili dal primo giorno lavorativo di ogni mese.

Oltre alla pensione di aprile sono in arrivo i soldi INPS delle maggiorazioni assegni per queste famiglie e 3 novità Bonus

Per chi ritirerà il vitalizio in contanti presso lo sportello postale ci sarà la consueta ripartizione secondo le iniziali del cognome. Il calendario effettivo dovrebbe essere esposto all’esterno di ogni ufficio del territorio.

Tuttavia, la ripartizione dovrebbe essere in genere la seguente:

  • venerdì 1° aprile: dalla A alla C;
  • sabato (mattina) 2 aprile: dalla D alla G;
  • lunedì 4 aprile: dalla H alla M;
  • martedì 5 aprile: dalla N alla R;
  • mercoledì 6 aprile: dalla A alla Z.

Per i titolari di conto BancoPosta, Postepay Evolution e libretto di risparmio, l’accredito arriverà il 1° aprile. Infine ricordiamo ai titolari di libretto Smart che sulla nuova liquidità accantonata fino al 21 aprile, Poste riconoscerà un interesse lordo annuo a scadenza dello 0,75%.

Approfondimento

Gli assegni di questi pensionati porteranno 414 euro in più nel 2022 grazie al taglio IRPEF e queste 2 belle novità.

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te