Oltre al bicarbonato ecco come curare questa malattia delle foglie delle rose con altri rimedi naturali e dei consigli sulla prevenzione

Circondarsi di bello fa bene all’umore e rende l’ambiente in cui viviamo più accogliente. Importanti per questo scopo sono le piante. Una tra le più amate è quella delle rose. Questo fiore affascina per forma, colore e profumo e si coltiva volentieri in terrazzi e giardini. A volte, nonostante le cure, possiamo notare delle anomalie. Come altri tipi di piante da fiore o da frutto, anche quella delle rose può essere soggetta a malattie.

La causa può essere l’infestazione da parte di parassiti oppure la presenza di funghi. Anche il modo di coltivare le rose potrebbe influire sul loro aspetto e salute. Quando ad esempio notiamo che le foglie non sono del solito colore, possiamo sospettare una malattia. In particolare, se la foglia presenta delle macchie scure e un principio di ingiallimento potrebbe trattarsi della ticchiolatura. Questa malattia è causata da un fungo e può colpire anche alberi da frutto come il melo, il pero e il nespolo.

Alcune possibili soluzioni

Nel periodo che va dalla primavera all’inizio dell’autunno, le foglie delle rose possono presentare delle macchie scure che vanno via via diffondendosi. Se non curata, la pianta potrebbe perdere le foglie. Innanzitutto, bisognerebbe eliminare tutte le parti infettate, anche le foglie cadute sul terreno. Poi la pianta andrebbe trattata con fungicidi. Un rimedio naturale possibile è quello di spruzzare la pianta con una miscela fatta da 3 litri d’acqua, un cucchiaio di bicarbonato e 3 gocce di detersivo per i piatti. Ripetere dopo qualche settimana.

Oltre a questo, si potrebbe anche provare l’equiseto. Per fare il decotto, mettere in una pentola piena d’acqua 150 g di pianta secca o 1 kg di pianta fresca. Dopo un giorno fare bollire, spegnere, raffreddare e filtrare. Il decotto di equiseto va diluito in rapporto di 1:3, una parte per 3 di acqua. Poi si può spruzzare sulla pianta. Per farlo aderire meglio si può aggiungere alla soluzione un po’ di sapone di Marsiglia.  Ripetere l’operazione dopo due settimane.

Oltre al bicarbonato ecco come curare questa malattia delle foglie delle rose con altri rimedi naturali e dei consigli sulla prevenzione

Ulteriori metodi contro i funghi delle piante sono la poltiglia bordolese, a base di solfato di rame e idrossido di calce, i sali di rame e lo zolfo. Il fungo causa della ticchiolatura sembra prediligere temperature miti e umidità. Per prevenire la comparsa delle macchie scure sarebbe allora utile:

  • posizionare le rose in zone arieggiate, soleggiate e non umide;
  • non piantarne troppe a distanza ravvicinata;
  • non bagnare le foglie, ma la zona alla base;
  • preferire un terriccio drenante, evitando ristagni d’acqua;
  • non eccedere soprattutto con concimi azotati.

In conclusione, oltre al bicarbonato, ecco come curare le rose colpite da ticchiolatura con altri prodotti naturali.

Lettura consigliata

Per coltivare il Ficus elastica a casa e curare le sue foglie con macchie bianche basterebbero questi accorgimenti

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te