Nuove agevolazioni cartelle esattoriali dell’Agenzia delle Entrate fino a 120.000 euro e come rateizzarle in 10 anni senza rottamazione 

Stanno per arrivare nuove agevolazioni cartelle esattoriali per i contribuenti indebitati con l’Agenzia delle Entrate. Un argomento quello delle cartelle esattoriali di Agenzia delle Entrate che è sempre caldo. Sono tantissime le famiglie interessate da questi debiti. Contribuenti che cercano soluzioni per azzerarli o pagarli in misura ridotta. E le normative vigenti permettono già diverse soluzioni. Ed altre sono sicuramente in arrivo con vantaggi non indifferenti per molti indebitati.

Nuove agevolazioni cartelle esattoriali dell’Agenzia delle Entrate fino a 120.000 euro e come rateizzarle in 10 anni senza rottamazione

Sulle cartelle esattoriali il Governo è sempre attento. È diverse novità sicuramente entreranno in vigore per il 2023 con il nuovo decreto fiscale. Nel frattempo arriva una nuova opportunità per le famiglie indebitate. Il pagamento delle cartelle esattoriali può essere in 120 rate. Una dilazione in 10 anni dei debiti dei contribuenti che sembra riguarderà anche gli indebitati di grossa taglia.

Parliamo nello specifico di chi ha debiti fino alla soglia di 120.000 euro. Il Parlamento ha già accettato all’unanimità questa estensione della platea dei beneficiari della rateizzazione decennale delle cartelle esattoriali di Agenzia delle Entrate. Ciò che è ancora più interessante è il fatto che per i nuovi piani di dilazione, non sarà necessario presentare un’istanza in cui si evidenzia una situazione di temporanea ed obiettiva difficoltà. Un adempimento in meno quindi.

La decadenza delle rate diventa meno rigida

I contribuenti interessati dai piani di realizzazione delle cartelle esattoriali con Agenzia delle Entrate, relativi a tributi e tasse evase o a multe non pagate, spesso incorrono nella decadenza del piano. Infatti non pagando delle rate il contribuente perde il diritto alla realizzazione precedentemente concesso. È proprio la luce di questa situazione di grave crisi economica che c’è in Italia, i legislatori stanno per dare via libera ad un correttivo. Se fino ad oggi la decadenza scattava con 8 rate del piano non pagate, presto si passerà a 10 rate. In pratica chi ha ottenuto il beneficio della rateizzazione delle cartelle, potrà rinviare e quindi omettere temporaneamente il pagamento, fino a 10 rate. E senza perdere il beneficio della rateizzazione.

Nuove agevolazioni cartelle esattoriali dell’Agenzia delle Entrate quindi, ma questo intervento è solo il primo di quelli su cui c’è molta attesa da parte dei contribuenti. Ciò che dimostra però questo provvedimento è l’indirizzo che sta prendendo la politica. Infatti si continua a parlare di una nuova sanatoria delle cartelle e di un nuovo condono. Una necessità questa che non riguarda solo i contribuenti ma riguarda proprio l’Agenzia delle Entrate. Il numero uno del Fisco italiano, Ernesto Maria Ruffini, da tempo sottolinea il fatto che il magazzino degli insoluti a carico del Fisco, è troppo elevato e si dovrebbero trovare soluzioni per azzerare o ridurre questo bagaglio.

Approfondimento

Quando non si potrebbero pagare il bollo auto, l’IMU e tutte le cartelle esattoriali per il 2018 e 2019 con la nuova sanatoria

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te