Novità sulla riforma pensioni con tagli consistenti e ripristino della Legge Fornero

Il Governo studia la nuova riforma pensioni che andrà in vigore dal gennaio 2022. Le proposte al momento sembrano tre,

esaminate anche dall’INPS che ha evidenziato quelle più costose. Il Governo sembra orientato verso la strada delineata dalla riforma Fornero. Le ultime novità sulla riforma pensioni con tagli consistenti e ripristino della Legge Fornero preoccupano i lavoratori. Inoltre, la notizia del ritorno al Governo di Elsa Fornero ha creato sconforto.

Novità sulla riforma pensioni con tagli consistenti e ripristino della Legge Fornero

Il ritorno di Elsa Fornero come consulente al Governo preoccupa i lavoratori che non hanno preso bene la notizia. La Fornero è stata nominata ieri a Palazzo Chigi per collaborare con altri consulenti per riformare il sistema previdenziale.

Elsa Fornero partecipò al Governo Monti come ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, e “cambiò il volto” al sistema previdenziale. Infatti, diede vita alla nuova riforma previdenziale poi denominata riforma Fornero.

Considerata una riforma di lacrime e sangue, allungò l’età pensionabile per sanare i debiti e superare la crisi.

La riforma infatti, ha esteso a tutti il calcolo dell’assegno pensionistico con il sistema contributivo. Abbassando l’ammontare delle pensioni in modo drastico. Inoltre, ha elevato l’età pensionabile notevolmente (oggi è a 67 anni). Ma la situazione peggiore l’hanno vissuta gli esodati dimenticati dalla riforma. Attualmente il Governo ha emanato la nona salvaguardia, e già studia la decima per cercare di sanare quell’errore.

La decisione di introdurre Elsa Fornero nel gruppo degli esperti economici per ristrutturare il sistema previdenziale, non è stata accolta positivamente dalla Lega.

Matteo Salvini, infatti, ha presentato un’interrogazione al ministro Orlando, spiegando le preoccupazioni della scelta.

Intanto, il ministro del Lavoro, Andrea Orlando, il 27 luglio 2021 ha convocato i sindacati per discutere sulla riforma delle pensioni. Intanto, già si prevedono nuovi tagli o penalizzazioni sull’assegno pensionistico seguendo la strada delineata dal Governo Monti sul sistema previdenziale.

Approfondimento

Sorprendente come la riforma pensioni incuta timore nei nati del 1960 e si cerca la strada per evitare i 5 anni ma senza penalizzazione

Consigliati per te