Novità sulla richiesta di sconti di oltre 150 euro sulle bollette di luce, gas e acqua

Giungono buone notizie per i contribuenti che hanno diritto al bonus sociale per le utenze domestiche di energia elettrica, gas e rifornimento idrico. Le famiglie italiane che possiedono i requisiti necessari e rientrano in una specifica fascia reddituale potranno risparmiare sul pagamento delle fatture. Il comunicato stampa dell’ARERA del 25 febbraio scorso riporta importanti novità sulla richiesta di sconti di oltre 150 euro sulle bollette di luce, gas e acqua. Per non perdere il beneficio conviene raccogliere informazioni utili che serviranno a risparmiare soldi nei prossimi mesi.

Per conoscere con esattezza gli sconti cui si ha diritto occorre valutare la composizione del nucleo familiare e il valore del reddito ISEE. Inoltre si può fruire di ulteriori agevolazioni economiche nel caso in cui vi siano utenti che necessitano dell’utilizzo di macchinari salvavita. La Redazione si è già occupata degli importi spettanti nell’articolo “Sconti da 125 a 174 euro sulle bollette della luce alle famiglie con reddito ISEE basso”. La più recente comunicazione dell’ARERA riporta le ultime novità sulla richiesta di sconti di oltre 150 euro sulle bollette di luce, gas e acqua. Ciò perché, sebbene a partire da questo anno gli sconti partiranno in automatico, bisogna tuttavia presentare una specifica documentazione.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
XW 6.0, lo smartwatch di ultima generazione ad un prezzo incredibile.

SCOPRI DI PIU’

Smartwatch

Novità sulla richiesta di sconti di oltre 150 euro sulle bollette di luce, gas e acqua

I consumatori che posseggono i requisiti per il bonus sociale dovranno difatti presentare la Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) da cui si rileva il reddito ISEE. In tal modo l’INPS provvederà a verificare che il richiedente rientri nei parametri reddituali e invierà i dati al Sistema informativo integrato per l’erogazione del beneficio. Solo dopo la verifica incrociata delle informazioni e l’individuazione degli utenti destinatari del bonus partiranno in automatico gli sconti sulle utenze domestiche. Se prima occorreva dunque formulare esplicita richiesta al Comune di residenza, dal 1° gennaio 2021 si dovrà semplicemente compilare la DSU. Gli sconti di importo variabile giungeranno direttamente in bolletta oppure tramite bonifico agli utenti che hanno forniture condominiale e quindi non individuali.

Consigliati per te