Non sottovalutiamo queste macchie sulle foglie delle nostre ortensie perché potrebbero diffondersi e rovinare tutte le piante del giardino

Originaria della Cina e del Giappone, l’ortensia è una delle piante più scenografiche del giardino. Un fiore che cresce rigoglioso, forte e che richiede poche attenzioni.

Dal significato romantico, esplode in tutta la sua bellezza tra la primavera e l’estate. Le ortensie non hanno petali, ma sepali. Sono delle infiorescenze, ovvero un insieme di tanti piccoli fiori.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
XW 6.0 è lo Smartwatch migliore del 2021: il tuo mondo a portata di polso

SCOPRI IL PREZZO

“XW60”/

La malattia delle foglie

Le ortensie colorano il nostro giardino con fiori vivaci e rigogliosi. Ma può capitare di notare delle strane macchioline bianche sulle loro foglie, inizialmente difficili da individuare.

Non sottovalutiamo queste macchie sulle foglie delle nostre ortensie perché potrebbero diffondersi e rovinare tutte le piante del giardino.

Si forma sulla superficie della foglia, una patina polverosa bianca. Parliamo dell’oidio, comunemente chiamato mal bianco. È una malattia fungina che si manifesta in condizioni climatiche umide e con scarsa areazione.

Le piante subiscono una vera e propria trasformazione. Si passa dalla comparsa della patina bianca, alla loro deformazione, fino a d arrivare alla necrosi della pianta.

La polverina bianca che compare sulle foglie, viene facilmente trasportata dal vento. Quindi il rischio di mette in pericolo tutte le piante del giardino è molto alto.

Come curare il mal bianco

Possiamo eliminare il problema acquistando dei fungicidi chimici. Ma possiamo affidarci a rimedi naturali, utili ed ecologici.

Come sempre guardiamo nella nostra dispensa. L’aceto anche questa volta ci viene in aiuto.

Prepariamo una soluzione formata da 1 cucchiaino di aceto e 1 litro di acqua. Mettiamo il composto in un contenitore spray e spruzziamo sulle foglie. Il trattamento sarà effettuato due volte alla settimana.

Questa operazione non deve essere eseguita durante le ore più calde, perché il composto rischierebbe di evaporare.

Per evitare che si diffonda il mal bianco, cerchiamo di posizionare le piante in un luogo ventilato e soleggiato. Evitiamo di annaffiarle durante le ore notturne e stiamo attenti ai ristagni di acqua.

Non sottovalutiamo queste macchie sulle foglie delle nostre ortensie perché potrebbero diffondersi e rovinare tutte le piante del giardino.

Approfondiamo

È incredibile ma basta macerare questa comunissima pianta per creare un antiparassitario naturale che protegge e rinvigorisce l’orto

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te