Non solo biondo platino, ecco quali tinte chiare scegliere dopo i 50 anni

Dopo i trenta anni moltissime persone iniziano a trovare i primi capelli bianchi. Alcuni amano questo cambiamento e li esibiscono con fierezza, ma non è per tutti così.

In moltissimi italiani, e soprattutto italiane, vogliono coprire i capelli bianchi con tinture naturali o permanenti, per mantenere il colore a lungo. Spesso si opta per un cambio di stile e si effettua una tinta molto più chiara del proprio colore naturale. Inutile dire come moltissimi scelgano il colore biondo, perché illumina il viso e ringiovanisce.

Non tutti i biondi sono uguali, oggi vedremo in che modo possiamo scegliere la giusta tonalità per evitare pasticci. Ecco perché non solo biondo platino, ma molte altre tonalità sono perfette per tingere i capelli.

L’importanza del sottotono

Chi conosce alcune regole dell’armocromia sa bene come sia importante scegliere i giusti colori da indossare.

Sia nel make up che nell’abbigliamento questa disciplina crede che alcuni colori stiano meglio di altri, in base alla persona. Se vogliamo effettuare un’analisi del color,e possiamo rivolgerci a un professionista, ma seguendo alcune dritte potremo capirlo anche da soli.

L’armocromia divide ognuno di noi in quattro stagioni e relativi sottogruppi. Nel comprendere quale sia la nostra stagione è importante capire quale sia il nostro incarnato e soprattutto il sottotono.

Possiamo avere la carnagione scura o chiara, ma anche con un sottotono freddo o caldo. Un modo molto semplice per capire a quale sottogruppo apparteniamo e riflettere sul modo in cui ci abbronziamo. Se la pelle diventa dorata, siamo calde, se diventa olivastra, siamo fredde.

Non solo biondo platino, ecco quali tinte chiare scegliere dopo i 50 anni

Se abbiamo deciso di coprire i capelli bianchi con una tintura chiarissima come quella bionda, dobbiamo riflettere bene prima di scegliere la tonalità. Non tutti i biondi sono uguali, esiste uno spettro che va dal biondo ghiaccio a quello cenere.

Se la nostra pelle è fredda, non importa se scura o chiara, dovremo sempre preferire una tinta fredda come il biondo cenere o il biondo platino. Anche se il nostro colore di partenza è scuro e abbiamo gli occhi neri, l’effetto sarà veramente strabiliante. Dovremmo invece evitare le colorazioni calde come il biondo giallo e dorato.

Se invece il nostro sottotono è caldo, possiamo sbizzarrirci con varie sfumature che vanno dal biondo grano al nocciola. Non dovremo preoccuparci di avere un aspetto finto: l’effetto sarà molto naturale e la nostra carnagione verrà esaltata dai capelli.

Approfondimento

Se vogliamo osare con un colore all’ultima moda dobbiamo provare questa tinta naturale

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini dei nostri lettori nell'utilizzo degli strumenti, degli ingredienti e dei prodotti per la cura della persona. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con gli strumenti, ingredienti e prodotti normalmente utilizzati per la cura della persona e il make up. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te