Non solo aceto e bicarbonato, basterebbe un cucchiaino di questo prodotto per togliere la puzza di pipì del gatto dal balcone o in giardino

Tutti concordano che avere un gatto che ci accompagna per un periodo della nostra vita sia una cosa meravigliosa. Ci sono periodi però in cui gestire i “bisognini” diventa più impegnativo. Questo può accadere non solo nei primi mesi quando dobbiamo insegnare ai cuccioli l’utilizzo della cassetta ma anche in altri momenti. Il gatto, ad esempio, può scegliere di fare pipì fuori dalla cassetta quando traslochiamo in una casa nuova. Questo piccoli “incidenti di percorso” avverrebbero soprattutto con il gatto maschio non sterilizzato perché deve marcare il territorio.

È molto difficile, una volta successo il fattaccio, toglierne l’odore, soprattutto rendere il punto non più allettante per le volte successive. Questi piccoli episodi domestici possono invece diventare preoccupanti quando i gatti randagi prendono di mira il nostro giardino. Di consueto si consiglia di detergere con bicarbonato di sodio, aceto a seconda delle superfici interessate. Questa modalità di pulizia è ottima per gli interni. Per le parti esterne se volessimo definitivamente togliere l’odore acre e renderlo impercettibile ai gatti potremmo usare questo prodotto.

Non solo aceto e bicarbonato, basterebbe un cucchiaino di questo prodotto per togliere la puzza di pipì del gatto in casa o in giardino

Stiamo parlando dell’unguento balsamico che si spalma sul petto per la tosse. Questo unguento ha fra le componenti la canfora e il mentolo che sono connotati da un aroma particolarmente intenso, sgradito al felino. Vediamo però come utilizzarlo.

Per prima cosa occorrerà asciugare l’urina e poi dedicarci a pulire l’area.  Dopo aver pulito, possiamo applicare il nostro unguento balsamico.  Consigliamo assolutamente di provare ad applicare prima il prodotto in una piccolissima parte di superficie ben nascosta in modo da esser sicuri che non venga rovinata. È indicato ad esempio per i vasi, in plastica o terracotta. Basta applicarne un cucchiaino e spalmarlo sulla zona da trattare e i gatti non ne sentiranno più l’odore. È una soluzione ottima anche in casi di gatti randagi.

La naftalina

Altro rimedio molto efficace per la pipì dei gatti randagi è la naftalina. Se in giardino troviamo spesso muretti o fioriere spruzzati dai “quattro zampe senza fissa dimora”, dobbiamo come sempre procedere a pulire la zona. In seguito potremmo sminuzzare delle palline di naftalina, la cui polvere andremo a spolverizzare sulla zona presa di mira.

Dunque non solo aceto e bicarbonato per risolvere questo fastidioso problema.

Letture consigliate

Se il nostro gatto si lamenta e non urina nella lettiera il motivo potrebbe essere un problema di salute da non trascurare

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te