Non servirà la gelatiera per questo gelato al pistacchio senza zucchero e vegano fatto in casa con solo 3 ingredienti

L’estate è sicuramente il momento del gelato. Non c’è dessert che tenga contro questa delizia. Amato da grandi e piccini, il gelato ha proprio origine in Italia. In particolare, in Sicilia dove sono apparsi i primi dolci freddi, molto simili a quello che conosciamo ora. Vengono dalla dominazione araba, popolo che aveva già la cultura di alcune bevande fredde alla frutta.

Durante lo stanziamento in Sicilia, gli arabi avevano la consuetudine di utilizzare la neve delle montagne e dell’Etna per congelare le loro bevande. Da qui nasce la prima versione del gelato, che si trasformerà in quello a noi conosciuto solo nel 1500. Il gelato da quel momento ha avuto molte trasformazioni ed è diventato uno dei simboli della cucina italiana. Facilissimo da fare, con le nuove abitudini alimentari anche questo dessert si è evoluto. Non servirà la gelatiera per questo gelato al pistacchio vegano e fatto in casa. Uno sfizio per concludere un buon pasto estivo in compagnia.

Ingredienti

Ci basteranno 3 ingredienti per questo gelato completamente fatto in casa:

  • 250 g di latte di soia (oppure mandorla o avena);
  • 100 g di panna vegetale da cucina (oppure latte di cocco in lattina);
  • 70 g di pasta pura al pistacchio;
  • 80 g di malto di riso (oppure sciroppo di agave).

Per prima cosa raccogliamo tutti gli ingredienti e mettiamoli in un pentolino. Facciamoli sciogliere accuratamente a fiamma bassa, mescolando in continuazione. Mettiamo il composto in degli stampini per il ghiaccio e lasciamo raffreddare. Quando il composto si sarà raffreddato, mettiamo in freezer per due ore.

Non servirà la gelatiera per questo gelato al pistacchio senza zucchero e vegano fatto in casa con solo 3 ingredienti

Aspettate le due ore, tiriamo fuori dal freezer e mettiamo tutto nel frullatore. Frulliamo fino a quando non avremo ottenuto una crema e poi versiamo in un contenitore. Mettiamo in frigo per almeno un’ora e poi serviamo. Utilizziamo delle coppe e con un cucchiaio immerso nell’acqua tiepida, mettiamo il gelato all’interno. Decoriamo con granella di pistacchio oppure scaglie di mandorle.

Ci sono varie versioni di questo gelato. Infatti, possiamo tranquillamente sostituire la pasta al pistacchio con altre a nostro piacimento. Per esempio, potremmo utilizzare quello alla nocciola, se ci piace di più. In questo caso potremmo decorare le nostre coppe con granella di nocciole oppure con delle amarene. Le combinazioni sono davvero moltissime e grazie alla mancanza di zucchero, questo dessert è perfetto anche per la dieta.

Lettura Consigliata

Non solo acqua e bibite gassate per rinfrescarci in estate ma queste semplici bevande aromatizzate con frutta e verdura

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te