Non serve l’aceto, per guarnizioni e profili del box doccia finalmente puliti e brillanti basta conoscere questi geniali trucchetti

Marzo è il mese delle pulizie di primavera per eccellenza, in cui dedicarsi al cambio di armadio, oppure alla pulizia di tende e tappeti. E non bisognerebbe trascurare, neppure, una profonda igiene del bagno e dei suoi componenti principali, sanitari compresi.

La doccia è certamente uno degli elementi più complessi da ripulire nel dettaglio. A comporre la cabina doccia sono guarnizioni in plastica, profili metallici e i terribili vetri, così difficili da smacchiare senza lasciare aloni.

Bisogna dire, innanzitutto, che esisterebbero dei box doccia più facili da pulire rispetto ad altri. Ma prima di capire di quali materiali si tratta, ecco qualche trucco per una pulizia ottimale proprio della doccia.

Una cabina a prova di sporco ostinato

La verità è che non serve l’aceto per guarnizioni e profili della doccia perfettamente lustrati e neppure il bicarbonato. I profili in alluminio o acciaio andrebbero puliti con saponi neutri e sempre asciugati. Occorrerà evitare l’uso di spugne abrasive e fare maggiore attenzione qualora si tratti di profili ricoperti da vernici colorate.

In tal caso, usare qualcosa di più potente di un sapone neutro potrebbe rovinarne la verniciatura. Il più complesso da pulire è certamente il profilo inferiore, ma basterà usare un vecchio spazzolino per denti per rimuovere anche lo sporco più difficile.

Chi ha le tende vicino alla doccia farebbe bene a conoscere questo rimedio per averle finalmente pulite a fondo. Invece, occorrerebbe maggiore attenzione per i vetri che hanno ricevuto un trattamento anticalcare. In questo caso sarebbe sconsigliato l’utilizzo di detergenti chimici.

Qualche altro consiglio importante

E per le guarnizioni? Si tratta di materiale plastico, che occorrerà tenere sempre morbido e pulito. Con il tempo, queste potrebbero indurirsi o diventare nere e, quindi, rompersi.

Sfilarle, se possibile, e pulirle con acqua e sapone neutro. Per lo sporco più ostinato, può essere utile l’utilizzo di soluzioni acquose diluite con alcol. Meglio sostituirle se danneggiate.

Ed ecco la geniale soluzione per un piatto doccia sempre splendente, senza troppa fatica.

Non serve l’aceto, per guarnizioni e profili del box doccia finalmente puliti e brillanti basta conoscere questi geniali trucchetti

Ma quali sono i box doccia più facili da pulire? Chi deve ancora installare la doccia, potrebbe optare per il sistema “walk-in” con vetri fissi. Qui, non esistono guarnizioni o cerniere da pulire.

La porta saloon, invece, è dotata di 2 ante che si aprono verso l’esterno e che sono più facili da pulire perché completamente apribili. Esistono anche modelli senza profili. Molto simili sono anche le porte battenti o pivotanti.

Lettura consigliata

Questi consigli per le pulizie di primavera arrivano da un monaco buddista

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te