Non dobbiamo più buttare i noccioli delle ciliegie ma riciclarli per ottenere degli splendidi accessori da portare anche in spiaggia

Giugno è ormai alle porte e uno dei suoi frutti simbolo è sicuramente la ciliegia. Di differenti varietà, essa conquista per la sua dolcezza e per la semplicità con cui si mangia. Sulle bancarelle di mercati e supermercati se ne iniziano già a vedere in questi giorni, seppur a prezzi abbastanza elevati.

In un’importante città italiana come Monza, addirittura, il 6 giugno è la festa delle ciliegie in onore del co-patrono San Gerardo dei Tintori. Leggenda narra che il santo promise di donare ai canonici del Duomo un cesto di ciliegie in pieno inverno. Egli le portò loro in una mattina di dicembre, affinché questi gli permettessero di stare in chiesa a pregare ogni giorno, oltre l’orario di chiusura. Ovviamente, essendo totalmente fuori stagione, questo gesto fece gridare al miracolo. Di miti e leggende su questo buonissimo frutto ce ne sarebbero molte altre, ma questa è una delle più emblematiche.

I bambini sono golosissimi di ciliegie, tuttavia, per loro, potrebbero essere potenzialmente pericolose a causa del nocciolo. È vero che, se inghiottito, non comporta nessun malessere per la salute, ma potrebbe rivelarsi fatale se dovesse ostruire le vie respiratorie. Quindi, massima attenzione.

Gli adulti non hanno di questi problemi, anzi, loro potrebbero sfruttare l’avanzo della ciliegia in un modo molto creativo e femminile. Se ci pensiamo bene, il duro nocciolo non è altro che un piccolo pezzo di legno, con forma rotonda.

Non dobbiamo più buttare i noccioli delle ciliegie ma riciclarli per ottenere degli splendidi accessori da portare anche in spiaggia

Si può tranquillamente riciclare, sia in cucina, per la preparazione di tisane e liquori, che in un altro sorprendente modo che non tutti sanno. Potenzialmente molto utile, quindi, per la nostra salute.

Non solo, i noccioli di ciliegia possono essere utilizzati anche per creare dei gioielli davvero simpatici ed economici. Possiamo sbizzarrire la nostra fantasia, subito dopo averli lavati, togliendo loro qualsiasi residuo. A quel punto, possiamo decidere cosa fare. Collane, braccialetti o ciondoli.

Basterà avvalersi di un piccolo trapano, un pezzo di carta vetrata e del filo elastico, oltre che di molta fantasia. Dapprima, dovremo levigarne bene la superficie, in modo che possa essere poi eventualmente dipinta con degli appositi smalti. Successivamente andiamo a forarli con un trapano. Dovremo, ovviamente, utilizzare una punta molto fine. Quindi, li infileremo nel filo elastico, magari andando a intervallarli con dei separatori. Questi sono reperibili online o in qualsiasi negozio di merceria. Serviranno a rendere i braccialetti o le collane più carine.

Un’idea simpatica e facile da realizzare, a spesa molto ridotta, da creare per sé oppure per gli altri. Dei piccoli regali, pensati e studiati con la propria fantasia, ottimi soprattutto in periodo estivo.

Non dobbiamo più buttare i noccioli delle ciliegie, dunque, ma riciclarli in questo modo semplice e creativo per avere accessori carini da sfoggiare anche in spiaggia.

Lettura consigliata

Se non sappiamo dove buttare i cartoni della pizza, se nella carta o nel secco, possiamo tenerli e riciclarli con queste 3 geniali idee

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te