Niente tasse universitarie agli studenti che presentano una di queste 3 certificazioni 2021

Nell’ottica di un ampio diritto allo studio, alcuni studenti possono beneficiare di un esonero totale o parziale delle tasse per l’università. Generalmente, l’ammontare della quota risente della situazione reddituale e del rispettivo modello ISEE. In un articolo precedente abbiamo difatti mostrato “Come richiedere l’ISEE per ottenere bonus e agevolazioni”. Per l’anno accademico 2021/22 i diversi atenei predispongono un regolamento di esonero totale o parziale delle tasse annuali. Niente tasse universitarie agli studenti che presentano una di queste 3 certificazioni 2021 e di seguito vediamo quali sono.

Come sapere quali regole valgono per la propria università

Nella generalità dei casi, l’agevolazione economica sul pagamento delle tasse per l’università si assicura a chi possiede requisiti di merito, reddito o disabilità. Ciascuno di questi fattori prevede delle condizioni affinché si possa beneficiare del diritto allo studio senza dover pagare le tasse. Sebbene tali condizioni valgano come regole generali, è sempre necessario consultare il regolamento di ciascun ateneo per conoscere i requisiti agevolativi specifici di ciascuna università.

Prestiti 2021

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 5051 - 6566+

Clicca sull'età

Prestiti 2021

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 50

51 - 65

66+

Clicca sull'età

Niente tasse universitarie agli studenti che presentano una di queste 3 certificazioni 2021

Il primo caso in esame offre un esonero per merito a coloro che si iscrivono per il primo anno all’università. I neodiplomati che certificano un voto di 100 o 100 e lode possono beneficiare in molti atenei della riduzione delle tasse o di esonero totale. Alcuni atenei richiedono congiuntamente a tale requisito l’attestazione un reddito familiare ISEE basso.

Si può ottenere una riduzione o esonero anche per requisiti connessi specificatamente al reddito. Solitamente, tale sconto sulle tasse risente anche dei requisiti di merito, come crediti acquisiti, punteggi o medie. Quest’anno, coloro che presentano un ISEE inferiore a una determinata soglia, in genere fino a 20.000 euro, possono rientrare nella cosiddetta “No Tax Area”. In tal caso si beneficia dell’esonero totale dal pagamento tasse. Resta generalmente escluso il pagamento dell’imposta regionale di inizio anno accademico. Generalmente gli atenei consentono l’accesso a tale agevolazione agli studenti in corso o al primo anno fuori corso di studi.

Infine, i casi di esonero interessano la disabilità. Gli studenti che presentano certificazione attestante una invalidità pari o superiore al 66% possono godere dell’esonero totale delle tasse per lo studio universitario. Tale regola è applicabile indipendentemente dal requisito economico o di merito. Inoltre, alcuni atenei possono concedere l’esonero indipendentemente dal grado di invalidità ai titolari di Legge 104/92. In ultima istanza, si concede l’esonero anche ai figli di soggetti beneficiari di pensione di inabilità secondo quanto disciplina la Legge n. 118/1971 al riguardo.

Approfondimento

Anche i familiari del titolare Legge 104 possono ottenere questa agevolazione economica

Consigliati per te