Nascere poveri e diventare ricchi e milionari è facile per chi supera questo limite e segue questi passaggi

Il titolo del nostro articolo non è affatto irriverente, presuntuoso o irrealistico. Semplicemente trae spunto dall’analisi della storia, della realtà del Mondo.

Del resto non abbiamo scritto che il salto di qualità sia possibile per tutti, anzi. Più onestamente affermiamo che nascere poveri e diventare ricchi e milionari è facile per chi supera questo limite e segue questi passaggi. Scopriamoli insieme.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
XW 6.0, lo smartwatch di ultima generazione ad un prezzo incredibile.

SCOPRI DI PIU’

Smartwatch

Battere la media

Il primo segreto è tutt’altro che un segreto. Per avere un patrimonio sopra la media dei comuni mortali, bisogna fare e dare molto più della media dei risparmiatori.

È un concetto elementare che lo si apprende sin da giovani sui banchi di scuola. Chi studia meglio e di più degli altri “batte” la media dei voti dei suoi compagni. Ancora, lo dicono spesso anche i coach sportivi: per fare propri i punti in palio di un game bisogna correre più degli avversari.

Il tempo è denaro

Altro prezzo per il successo passa per la corretta gestione del tempo. Spesso ci si crogiola nella tranquillità della propria “comfort zone”, che assume le sfaccettature più impensate.

Può essere il caso di chi ha vitto e alloggio sicuro (magari abita ancora con i genitori), dei bei vestiti, gli amici e un lavoretto con cui ci si paga le spese minime. Perché accelerare i tempi e guardarsi intorno? Magari si aspetta questo o quel concorso, si confida nella sorte, si spera, etc.

Facciamo un ipotetico esempio. Antonio frequenta gli studi universitari con comodo e anziché chiudere a 24 anni si laurea a 27 anni. Tre “soli” anni in più che pesano come un macigno. Da un lato ci sono le tasse universitarie e i costi certi legati al completamento degli studi: almeno 10mila euro di costi in più.

Si fosse laureato prima, sarebbe potuto succedere che post laurea un’azienda del posto lo avesse assunto per 1.100 euro al mese. Moltiplicati x 13 mensilità e per 3 anni, avrebbero fatto la bellezza di 43mila euro circa. Senza contare l’esperienza e la crescita umana e professionale.

Dimostriamo come nascere poveri e diventare ricchi e milionari è facile per chi supera questo limite e segue questi passaggi

Riprendiamo il caso di Antonio che si è laureato a 24 anni e ha trovato subito lavoro. Poiché abita con i suoi, nei primi 3 anni riesce a risparmiare 500 euro fissi al mese.

Durante gli studi ha imparato che il deposito sotto il materasso (o nel c/c infruttifero, è uguale) costituisce una perdita sicura. Ancora, sa che gli investimenti tradizionali rendono poco più di niente, mentre nel lungo periodo gli investimenti azionari battono le altre asset class. Investe quindi i 19.500 euro accumulati in quei 3 anni sull’azionariato globale mondiale. Non li tocca fino ai 67 anni della pensione e accumula, ipotizzando un tasso prudente del 4,5% annuo, poco più di 113mila euro (capitalizzazione composta).

Morale: far lavorare i soldi al posto nostro.

Sapere è potere

Per nascere poveri e diventare ricchi e milionari è facile per chi supera questo limite e segue questi passaggi occorre partire dal presupposto che sapere è potere. Detta diversamente, l’informazione è la vera chiave della ricchezza.

Torniamo sempre all’esempio di Antonio. Per investire sull’azionariato globale potrebbe affidarsi a un fondo comune d’investimento o a un ETF. Assolvono alle stesse funzioni ma variano per la gestione (rispettivamente: attiva e passiva) e soprattutto per i costi di gestione. Questi sono a vantaggio dei secondi. E tagliare sulle commissioni per tanti anni vuol dire ritrovarsi più soldi a scadenza.

Morale: basta del tempo da dedicare alla formazione per ritrovarsi tanti euro in più nel lungo termine. Nessuna ora di straordinario o secondo lavoro: solo il “giusto” e corretto sapere per fare la differenza sulla media dei risparmiatori.

Programmazione

Infine l’ultimo dei segreti su come nascere poveri e diventare ricchi e milionari è facile per chi supera questo limite e segue questi passaggi: la programmazione. Chi improvvisa, quasi sempre si ritroverà una vita “improvvisata”.

È altrettanto vero che il destino è imprevedibile e tante volte le cose non vanno come le avevamo programmate noi. Ma spesso a fare la differenza è la capacità di sapersi rialzare e rimodulare gli obiettivi. Darsi una nuova visione e un nuovo programma. È la stessa lezione dei grandi campioni dello sport e non solo.

Abbiamo dunque illustrato come nascere poveri e diventare ricchi e milionari è facile per chi supera questo limite e segue questi passaggi. Infine, nell’articolo di cui qui il link presentiamo 3 preziose lezioni di sport per l’uomo di successo.

Consigliati per te