Molti pensano che stanchezza e sonnolenza dipendano dal cambio di stagione e invece potrebbero nascondere queste pericolose malattie

Tutti ci teniamo alla salute e non vorremmo soffrire di alcunché. Tuttavia, il nostro corpo non è una macchina ed è soggetto al ritmo della natura. Quando ci sono i cambi di stagione, è normale sentirsi un po’ stanchi e con una certa svogliatezza. Si è presi dalla voglia di sonnecchiare e il corpo preferisce riposare piuttosto che fare.

A volte capita che si avverta qualche sintomo nel nostro organismo e non gli si dia importanza. Si pensa che sia qualcosa di passeggero. Può darsi che si abbia paura e non si vada dal medico, pensando che sia qualcosa di grave.

Alcuni sintomi inoltre possono essere inusuali. A volte capita di avere come un sentore di amaro in bocca e non sempre passeggero. Si potrebbe avvertire anche senso di nausea e problemi di digestione. In questo caso si potrebbe pensare a questa fastidiosa malattia.

Sintomi che si confondono

Non c’è da meravigliarsi se molti pensano che stanchezza e sonnolenza dipendano semplicemente da un cambio di stagione. Capita quando si passa dall’inverno alla primavera. Lo stesso avviene nel passaggio tra l’estate e l’autunno. Il corpo si adegua alla nuova realtà e allora una certa stanchezza si manifesta, oltre a qualche allergia. Questo però non significa che sia sempre così. Stanchezza e sonnolenza potrebbero rilevare anche alcune malattie.

Molti pensano che stanchezza e sonnolenza dipendano dal cambio di stagione e invece potrebbero nascondere queste pericolose malattie

Una di queste è l’ipoglicemia, ovvero un tasso basso di zuccheri nel sangue. È un fatto inusuale per la società di oggi. Spesso si è coinvolti in problemi di glicemia alta, piuttosto che bassa per insufficienza di zuccheri.

Due sono gli zuccheri che si assumono, quelli semplici e i carboidrati. I primi vengono assorbiti immediatamente dal corpo, mentre i secondi più lentamente. Pasta, pane, riso e cereali fanno parte di questo secondo gruppo. Soprattutto per chi soffre di glicemia alta e di diabete, sono gli zuccheri consigliati.

Normalmente chi soffre di diabete prende dei medicinali che abbassano la glicemia. A volte potrebbe capitare che si abbassi troppo. Ecco allora sonnolenza e stanchezza. Non sono un fatto positivo, ma richiedono una certa assistenza e un consulto medico. Infatti c’è bisogno di ristabilire il giusto equilibrio fra zuccheri e insulina nell’organismo.

Uno stato che porta sonnolenza

Un’altra possibilità è quando questi sintomi sono legati ad uno stato di anemia. Si potrebbe parlare di anemia, quando l’elemento ferro risulta più basso della norma. Si abbassano così il numero di globuli rossi nel sangue.

Anche questa situazione è da prendere sul serio. Infatti, contrariamente a quanto si pensa, non basta prendere un semplice integratore per far risalire il ferro. L’assorbimento del ferro avviene anche attraverso la presenza di vitamina C. Mentre ne impediscono l’assorbimento i tannini presenti nel caffè e nel tè. Anche in questo caso bisogna evitare il fai da te, e consultare un medico.

Lettura consigliata

Altro che bollito come la pasta, ecco come si cuoce il riso in Oriente per mantenere tutte le proprietà nutritive intatte

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te