Mare e cultura si incontrano in questo luogo italiano ideale per andare in vacanza d’estate spendendo poco e mangiare anche bene

Il caldo comincia a diventare asfissiante e va ad appesantire ulteriormente la nostra già stancante routine fatta di lavoro e faccende varie da svolgere.

Quando le temperature sono alte sembra impossibile tirare avanti con i nostri gravosi impegni, ma un pensiero ci rincuora. La parola vacanza comincia a rimbombarci in testa e il conto alla rovescia per le ferie prende il via.

Nel nostro pregustare il meritato relax cominciamo anche a prefigurare quale potrebbe essere il posto adatto.

Bisognerà prima di tutto vedere se si preferisce qualche incontaminata località montana o marina.

Se le nostre inclinazioni dovessero propendere per la seconda opzione, allora non possiamo che inserire tra le mete appetibili un particolare Comune. Infatti, mare e cultura si incontrano in questo luogo, rendendolo una destinazione perfetta a 360 gradi.

La spiaggia

Spesso, quando si ricerca un posto per trascorrere le vacanze al mare, oltre alle spiagge e all’acqua si considererà anche il contesto storico-artistico. D’altronde si rivela una scelta vincente alternare le ore in spiaggia ad altre di esplorazione e scoperta.

Se dovesse essere proprio questa la nostra idea di viaggio, dobbiamo assolutamente scoprire Mola di Bari.

Qui troviamo Cozze, frazione dal nome particolarmente evocativo. A caratterizzare questa zona una scogliera bassa alternata a tratti sabbiosi lambiti da acqua trasparente e limpida.

Proseguendo, poi, verso Polignano a Mare, poco distante da Mola, troveremo ulteriori spiagge.

Mare e cultura si incontrano in questo luogo italiano ideale per andare in vacanza d’estate spendendo poco e mangiare anche bene

Mola ha un intrigante centro storico ricco di meraviglie. Attraversando i suoi vicoli potremo imbatterci in tante bellezze artistiche.

A sovrastare su queste l’inespugnabile Castello Angioino del 1277, irto a difesa delle incursioni piratesche.

Tanti i luoghi di culto che varrà la pena vedere, tra cui la Chiesa Matrice del 16esimo secolo in stile romanico e custode di tanti dipinti. Da menzionare, poi, la Chiesa di San Domenico del ‘500 nella cui piazza si trova il mercato di frutta e verdura.

Imperdibili, poi, Palazzo Pesce, costruito presumibilmente da Vincenzo Ruffo, architetto della Reggia di Caserta, e il Teatro Niccolò Van Westerhout di fine Ottocento. Quest’ultimo, in stile neoclassico, ha una facciata decorata di maschere greche, mentre all’interno presenta intarsi d’oro.

Vi è poi la Chiesa di Loreto al cui interno si trova la Madonna d’Altomare portata in processione a bordo dei pescherecci.

Oltre a quanto esposto finora, vi è da sottolineare come Mola si riveli anche una meta che ameranno i buongustai. Gradiranno apprendere della presenza di un mercato del pesce in prossimità del porto. Allo stesso tempo, visitare questo Comune darà la possibilità di gustare tante prelibatezze pugliesi: focacce, panzerotti, orecchiette con cime di rapa, cicorie e fave, ma anche crudo di mare, frittura e polpo arrostito.

Lettura consigliata

Considerata una località di mare economica per le vacanze questa città in Europa ha spiagge tra le più belle al Mondo

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te