Mai svegliare un sonnambulo se non vogliamo che accada questo

Le statistiche parlano chiaro: un italiano su cinque soffre di sonnambulismo, cronico o estemporaneo. E il primo consiglio che viene dato a chi dorme con un sonnambulo è di non svegliarlo mai! Alcuni episodi parlano di risvegli collerici, altri di episodi di stato confusionale evidente. Tanto da non riconoscere né la casa, né i familiari. Quindi mai svegliare un sonnambulo se non vogliamo che accada questo e tanto altro di pericoloso. Il consiglio dei medici è di prendere per mano il sonnambulo e condurlo nuovamente a letto dolcemente.

Nessun ricordo del momento clou

Il sonnambulo non ricorda assolutamente ciò che gli accade nel dormiveglia che lo porta in giro per la casa. Anche se ha gli occhi aperti e sembra sveglio e all’ascolto, destarlo significa mettere a rischio la sua salute. I casi più interessanti esaminati tra i sonnambuli sono:

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Acquista lo smartwatch XW 6.0 con il 50% di sconto

Scopri ora l'offerta

Smartwatch
  • – Suonare il pianoforte di casa o altri strumenti musicali
  • – Spogliarsi o addirittura vestirsi per uscire
  • – Rifare il letto come se si stesse alzando per abbandonarlo
  • – Prendere gli accessori per pulire la casa
  • – Mangiare

Tutto frutto di meccanismi complessi della mente

Il sonnambulismo non è un semplice sonno, come dimostrato negli esempi di cui sopra. Anzi, è un fenomeno formato da automatismi mentali e fisici molto complessi, ancora al vaglio degli studiosi. Quei segreti che il nostro cervello ancora cela alla conoscenza! Solitamente il sonnambulismo è ereditario e si sviluppa in età infantile: dai 4 ai 12 anni. Nella maggior parte dei casi, non dura più di 10/15 minuti, comunque un’eternità per chi sta loro vicino. Solitamente il sonnambulismo abbandona il paziente nell’età puerile e in maniera assolutamente naturale.

Attenzione quando riguarda invece gli adulti

Mai svegliare un sonnambulo se non vogliamo che accada questo, ma quali sono invece le cause che colpiscono gli adulti?

  • – Stress emotivo
  • – Abuso di droghe e alcol
  • Alzheimer e demenza senile

Ancora una volta, per quanto riguarda gli adulti, i dati parlano chiaro: condurre una vita regolare non porta al sonnambulismo da cause esterne. La maggior parte dei casi di sonnambulismo senile sono comunque dovuti a sensazioni di disagio mentale e fisico. Periodi particolarmente intensi di stress, dolore e ansia. Tanto che il sonnambulismo degli adulti viene spesso curato e risolto con gli antidepressivi!

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te