L’errore da non fare assolutamente nell’orto di ottobre per un raccolto abbondante

La stagione più prodiga di frutta e verdura si è appena conclusa. Non dobbiamo però pensare che l’orto abbia esaurito le sue potenzialità con la bella stagione. Ci sono ancora tante piante che possono popolarlo in questo periodo. Non solo, ma loro e il terreno avranno bisogno di cure speciali in vista dei primi freddi. Più di tutto, dobbiamo evitare l’errore da non fare assolutamente nell’orto di ottobre per un raccolto abbondante. Eppure, ci caschiamo quasi tutti.

Ma niente paura, come sempre, la chiave sta nell’informarsi ed è proprio quello che faremo oggi. Raccoglieremo le informazioni necessarie per poter godere di nuovi frutti nelle stagioni avvenire. Ovviamente dobbiamo adattare ogni consiglio alle nostre particolari condizioni. Quindi, se viviamo al Nord o in zone con altitudini elevate, dobbiamo considerare che il freddo sarà più rigido e arriverà prima. Poi non dimentichiamo anche di considerare l’esposizione del nostro terreno o orto in balcone.

Come prendersi cura del nostro orto di ottobre

Spesso snobbiamo ottobre e in generale i mesi autunnali e invernali per quanto riguarda la cura dell’orto. Pensiamo che le temperature fredde e le poche ore di sole impediscano al giardino di produrre. Invece non è affatto così.

A ottobre possiamo seminare lattuga e lattughino, ravanelli, spinaci, carote, aglio, scalogno, piselli, rucola, radicchio, cime di rapa, fave e cavolo verza. Se si tratta di ortaggi a ciclo breve, come le insalate, potremo coglierle anche prima dell’inverno. Altrimenti se vogliamo accelerare i tempi possiamo creare dei tunnel di plastica sui filari per intrappolare il calore. Poi possiamo trapiantare cime di rapa, cavolo cappuccio, finocchi, lattughini, cavolfiori e bieta a coste. Mettiamo anche a dimora erba cipollina, alloro, origano, menta e borragine.

Insomma, una grande varietà di piante per un terreno che credevamo improduttivo in questi mesi.

Anche il terreno ha bisogno delle giuste cure, prima di qualsiasi semina o trapianto. Questo è il momento giusto per concimarlo. Rassodiamo il terreno e utilizziamo del fertilizzante animale e terriccio organico. In questo modo sarà meno probabile che il terreno si indurisca col freddo, impedendo alle piante di crescere come si deve.

Un’altra operazione molto semplice che possiamo svolgere per proteggere il terreno è coprirlo. Abbiamo diverse possibilità in questo senso. Possiamo usare un telo nero, creando dei buchi per le piante. Questo colore e la plastica attireranno il sole. Altrimenti possiamo ricorrere alla più naturale ed economica tecnica della pacciamatura. In un precedente articolo avevamo visto come risparmiare pur realizzando una pacciamatura di qualità.

L’errore da non fare assolutamente nell’orto di ottobre per un raccolto abbondante

In definitiva, l’errore da non fare è proprio quello di cadere in tentazione e ignorare completamente il nostro orto autunnale. Infatti, abbiamo visto che con le cure necessarie potremo ottenere ancora grandi risultati.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te