L’effetto Chiara Ferragni sulle azioni Tod’s non è ancora finito e c’è ancora molto spazio al rialzo

Dopo il report di gennaio, nel quale evidenziavamo come il superamento di area 24 euro fosse un segnale molto bullish, il titolo TODs ha avuto una performance del 60% portandosi in area 40 euro. Un impatto molto forte sull’andamento del titolo è arrivato dalla nomina nel CdA della società di Chiara Ferragni. Ancora una volta i grafici scontano tutto e il rialzo che stava per arrivare era già scritto nel grafico delle quotazioni.

Tuttavia, l’effetto Chiara Ferragni sulle azioni Tod’s non è ancora finito e c’è ancora molto spazio al rialzo.

Questo scenario, però, non è condiviso dagli analisti che hanno un consenso medio alleggerire e un prezzo obiettivo medio che esprime una sopravvalutazione del 30%.

Anche i fondamentali del titolo esprimono una forte sopravvalutazione, per cui bisogna approcciarsi al titolo con molta prudenza e avendo ben presenti quelli che sono i livelli chiave.

L’effetto Chiara Ferragni sulle azioni Tod’s non è ancora finito e c’è ancora molto spazio al rialzo: Le indicazioni dell’analisi grafica

Il titolo azionario TODs (MIL:TOD) ha chiuso la seduta del 25 maggio a quota 44,92 euro in ribasso del 2,98% rispetto alla seduta precedente.

La tendenza in corso è rialzista sia sul time frame settimanale che su quello mensile è rialzista e in entrambi i casi ha come massima estensione area 65 euro. Prima, però, c’è un ostacolo intermedio in area 50 euro che potrebbe determinare una battuta d’arresto del rialzo in corso. Per chi è long sul titolo, quindi, la prossima importante verifica passa in area 50 euro. Per una continuazione del rialzo sarà decisiva una chiusura settimanale superiore a questo livello.

Tuttavia la settimana in corso potrebbe riservare qualche brutta sorpresa. Come si vede dal grafico settimanale, infatti, lo Swing Indicator potrebbe dare un segnale di vendita che potrebbe spingere le quotazioni fino all’importantissimo supporto in area 38,4 euro (I obiettivo di prezzo). Una chiusura settimanale inferiore a questo livello farebbe definitivamente accantonare lo scenario rialzista invertendo al ribasso con un potenziale obiettivo ribassista in area 25 euro.

Time frame settimanale

tods

Le linee oblique rosse rappresentano i livelli di Running Bisector; le linee orizzontali i livelli de La Nuova Legge della Vibrazione. Sulla sinistra è mostrato il volume per ciascun livello di prezzo. Il pannello intermedio riporta il segnale di BottomHunter. Il minimo sul time frame considerato è segnato quando è uguale a 1. Il pannello dei volumi mostra il volume scambiato per ciascuna barra confrontato con una media mobile esponenziale zero lag a 20 periodi. Nel pannello inferiore è mostrato lo Swing Indicator che mostra i segnali al rialzo e al ribasso sullo strumento in questione.

Time frame mensile

tods

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te