Un titolo azionario del settore moda che fa sistematicamente peggio del settore di riferimento

TOD’s è un titolo azionario del settore moda che fa sistematicamente peggio del settore di riferimento. Ad esempio, nell’ultimo anno il settore dell’abbigliamento e calzature ha avuto una performance del +6,17% che va confrontata con quella della società della famiglia Della Valle che è stata del -33,91%. Le cose non sembrano andare meglio nel 2021. Da inizio anno, infatti, TOD’s e il settore abbigliamento/calzature hanno avuto una performance del -8,78% e -4,25%, rispettivamente.

Che il titolo non sia particolarmente interessante lo si evince anche dalle raccomandazioni degli analisti. Il consenso medio, infatti, è Underperform con un prezzo obiettivo medio che esprime una sopravvalutazione del 12%.

Lo scenario cambia se si guarda al fair value del titolo calcolato con il metodo del discounted cash flow. In questo caso, infatti, TOD’s risulta essere sottovalutato di oltre il 40% rispetto al suo fair value.

Un titolo azionario del settore moda che fa sistematicamente peggio del settore di riferimento: le indicazioni dell’analisi grafica

Il titolo azionario TODs (MIL:TOD) ha chiuso la seduta del 19 gennaio a quota 25,96 euro in ribasso del 2,33% rispetto alla seduta precedente.

Time frame settimanale

Sul time frame settimanale i nodi stanno per arrivare al pettine. Come si vede dal grafico, infatti, le quotazioni nelle ultime settimane si sono indebolite e lo Swing Indicator ha dato un chiaro segnale ribassista. L’ultima speranza per i rialzisti passa per la tenuta del supporto in area 24,54 euro (I obiettivo di prezzo). La rottura di questo livello in chiusura di settimana, infatti, potrebbe provocare una brusca accelerazione ribassista.

In caso contrario si potrebbe ripartire nuovamente al rialzo, possibilmente accompagnato da un segnale rialzista dello Swing Indicator.

tods

TODs: proiezione rialzista in corso sul time frame settimanale. Le linee oblique rosse rappresentano i livelli di Running Bisector; le linee orizzontali i livelli de La Nuova Legge della Vibrazione. Sulla sinistra è mostrato il volume per ciascun livello di prezzo. Il pannello intermedio riporta il segnale di BottomHunter. Il minimo sul time frame considerato è segnato quando è uguale a 1. Il pannello dei volumi mostra il volume scambiato per ciascuna barra confrontato con una media mobile esponenziale zero lag a 20 periodi. Nel pannello inferiore è mostrato lo Swing Indicator che mostra i segnali al rialzo e al ribasso sullo strumento in questione.

Time frame mensile

Le quotazioni si trovano in un’area di prezzi che rappresenta lo spartiacque un ulteriore affondo ribassista e un’accelerazione al rialzo. Come si vede dal grafico, infatti, area 24 euro rappresenta un livello importante sia per i rialzisti (linea tratteggiata) che per i ribassisti.

Al momento sembrano essere favoriti i rialzisti grazie a un segnale sia del BottomHunter che dello Swing Indicator. Inoltre le quotazioni sono sistemate sopra il livello indicato.

Lo scenario più probabile, quindi, è quello rialzista che verrebbe indebolito da una chiusura mensile inferiore a 24 euro.

tods

TODs: proiezione rialzista (linea tratteggiata) in corso sul time frame mensile. Le linee oblique rosse rappresentano i livelli di Running Bisector; le linee orizzontali i livelli de La Nuova Legge della Vibrazione. Sulla sinistra è mostrato il volume per ciascun livello di prezzo. Il pannello intermedio riporta il segnale di BottomHunter. Il minimo sul time frame considerato è segnato quando è uguale a 1. Il pannello dei volumi mostra il volume scambiato per ciascuna barra confrontato con una media mobile esponenziale zero lag a 20 periodi. Nel pannello inferiore è mostrato lo Swing Indicator che mostra i segnali al rialzo e al ribasso sullo strumento in questione.

Approfondimento

Attenzione ai bancari italiani potrebbero ripartire subito al rialzo

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te