Le erbe aromatiche e le piante ornamentali da coltivare vicino agli ortaggi per ottenere straordinari vantaggi e altre da piantare per avere un orto migliore anche senza consociarle

Il tema della consociazione negli orti è vasto e interessante. Già in passato abbiamo trattato gli ortaggi da non abbinare assolutamente tra loro e quelli che invece è bene far crescere vicini per ottenere dei vantaggi per le coltivazioni. Un aspetto da non sottovalutare è l’apporto che alcune erbe aromatiche e piante ornamentali possono dare agli ortaggi.

Le erbe aromatiche e le piante ornamentali da coltivare vicino agli ortaggi per ottenere straordinari vantaggi e altre da piantare per avere un orto migliore anche senza consociarle

Per completezza, si ricorda che i vantaggi ottenibili grazie alla consociazione sono dei più disparati e vanno dall’allontanare alcuni parassiti al conferire un sapore migliore agli ortaggi. Vediamo nello specifico alcuni degli abbinamenti più noti e praticati tra erbe aromatiche, piante ornamentali e ortaggi:

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina FIT, il nuovo integratore che fa perdere peso in pochi giorni

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina
  • abrotano: cavolo;
  • aneto: cavolo;
  • basilico: pomodoro;
  • camomilla: cavolo, cipolla;
  • cerfoglio: ravanello, lattuga;
  • coriandolo: pomodoro, patate
  • erba cipollina: carota;
  • issopo: cavolo;
  • lino: patata, carota;
  • melissa: pomodoro;
  • menta: cavolo, pomodoro, carota, lattuga;
  • nasturzio: zucca, zucchina;
  • petunia: patata, fagiolo;
  • rabarbaro: spinacio.
  • rosmarino: cavolo, fagiolo, carota;
  • salvia: cavolo, carota;
  • santoreggia: fagiolo, cipolla;

Le motivazioni di alcuni degli abbinamenti da praticare

Migliorare il sapore e l’odore degli ortaggi

La melissa e il basilico migliorano l’odore e il sapore del pomodoro. La camomilla migliora il gusto di cavolo e cipolla, la stessa azione che il cerfoglio esercita nei confronti di ravanello e lattuga. Inoltre, la menta migliora il gusto e il sapore del cavolo, del pomodoro, della carota e della lattuga. La santoreggia quello del fagiolo e della cipolla e il lino. L’erba cipollina svolge quest’azione per la carota.

Esercitare un’azione repellente

Il coriandolo tiene lontano gli afidi e il ragno dal pomodoro e la dorifera dalla patata. L’issopo, l’aneto, l’abrotano e la menta allontanano la farfalla cavolaia. Attenzione, però, a non consociare l’issopo con il ravanello, che non ama. La santoreggia allontana gli afidi e le mosche dal fagiolo. Il coriandolo esercita la stessa azione con i ragni, gli afidi e la dorifera per i pomodori e le patate nell’ultimo caso. Oltre a quanto detto prima, il basilico svolge anche un’azione repellente nei confronti di mosche e zanzare. La petunia tiene lontana la dorifera dalle patate. Al contrario, la presenza del nasturzio è preziosa per zucca e zucchina perché incrementa la presenza di insetti impollinatori.

Dopo aver analizzato le motivazioni che si celano dietro alcuni abbinamenti, soffermiamoci su alcune piante che possono tornare utili per avere un orto migliore pur senza essere consociate ad altre. Ecco le erbe aromatiche e le piante ornamentali da coltivare vicino agli ortaggi per ottenere straordinari vantaggi e altre da piantare per avere un orto migliore anche senza consociarle.

Queste piante devono essere coltivate per avere un orto migliore: ecco perché

La maggiorana migliora il profumo di tutte quante le piante. Il tagete funziona come repellente per tutti quanti gli insetti e deve essere seminato lungo l’intero orto, specialmente se biologico. Stessa cosa per il cumino, che però serve ad ammorbidire il terreno, e per la borragine. Quest’ultima è nota come la ”regina dell’orto” poiché aiuta le api ad impollinarlo grazie ai suoi graziosi fiori.

Consigliati per te