Le azioni EXOR sono pronte ad aggiornare i massimi storici e a raggiungere quota 100 euro

Dopo il nostro ultimo report (La chiusura di febbraio potrebbe far partire un rialzo il cui obiettivo è il raddoppio delle quotazioni di EXOR), le azioni EXOR sono pronte ad aggiornare i massimi storici e a raggiungere quota 100 euro.

Queste considerazioni che trovano la loro giustificazione nell’analisi grafica, sono anche supportate da argomentazioni di carattere più generale e legate alla storia del titolo. Chi investe su EXOR investe come la famiglia Agnelli-Elkann e già questo dovrebbe essere un motivo sufficiente per puntare sul titolo. Inoltre in passato ha sempre offerto enormi plusvalenze di cui hanno usufruito gli azionisti e di cui abbiamo dato conto nella scheda del titolo.

Dello stesso avviso sono gli analisti che hanno una consenso medio comprare e un prezzo obiettivo medio che esprime una sottovalutazione del 20% circa.

Le azioni EXOR sono pronte ad aggiornare i massimi storici e a raggiungere quota 100 euro: Le indicazioni dell’analisi grafica

Il titolo azionario EXOR (MIL:EXO) ha chiuso la seduta di contrattazioni del 16 aprile a quota 73,5 euro in rialzo dell’1,30% rispetto alla seduta precedente.

La chiusura del 16 aprile potrebbe avere un impatto molto forte sul futuro del titolo visto che ha portato alla rottura dell’importantissima resistenza in area 72,3 euro (II obiettivo di prezzo). Si potrebbe, quindi, aprire la strada per il raggiungimento del III obiettivo di prezzo in area 86,6 euro. Questo break rialzista è molto importante anche sul time frame mensile, dove le quotazioni sono dirette verso il II obiettivo di prezzo in area 95,2 euro. Una chiusura mensile superiore a questo livello, poi, aprirebbe le porte a un ulteriore allungo rialzista in area 125,63 euro (III obiettivo di prezzo).

Tuttavia, come al solito in Borsa non bisogna mai abbassare la guardia.

Da un’attenta analisi del quadro settimanale, infatti, notiamo come già in passato area 72,3 euro abbia rappresentato un ostacolo difficile da superare. Si potrebbero, quindi, creare le condizioni per un doppio massimo che conseguenze non proprio piacevoli per i rialzisti.

Nelle prossime settimane, quindi, e in particolare la prossima, monitorare con attenzione la tenuta di area 72,3 euro.

Time frame settimanale

EXOR

Le linee oblique rosse rappresentano i livelli di Running Bisector; le linee orizzontali i livelli de La Nuova Legge della Vibrazione. Sulla sinistra è mostrato il volume per ciascun livello di prezzo. Il pannello intermedio riporta il segnale di BottomHunter. Il minimo sul time frame considerato è segnato quando è uguale a 1. Il pannello dei volumi mostra il volume scambiato per ciascuna barra confrontato con una media mobile esponenziale zero lag a 20 periodi. Nel pannello inferiore è mostrato lo Swing Indicator che mostra i segnali al rialzo e al ribasso sullo strumento in questione.

Time frame mensile

exor

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te