Le azioni Class Editori nelle prossime settimane potrebbero andare incontro a un brutto tracollo

Dopo la settimana appena conclusasi, le azioni Class Editori nelle prossime settimane potrebbero andare incontro a un brutto tracollo. Il titolo della casa editrice, infatti, ha perso il 14% circa risultando il secondo peggior titolo della settimana.

Questo ribasso, però, viene da lontano e che ha seguito le indicazioni nel precedente report del nostro Ufficio Studi non è rimasto sorpreso. Nel report dal titolo Dopo aver segnato un nuovo massimo a 52 settimane le azioni Class Editori potrebbe raddoppiare il loro valore mettevamo in guardia da eventuali chiusure settimanali inferiore a 0,134 euro che avrebbero potuto far accartocciare le quotazioni del titolo. Il 7 maggio questa importante area di supporto è stata rotta al ribasso e da quel momento le azioni Class Editori hanno perso oltre il 20%.

Dal punto di vista dei fondamentali, qualunque sia il metodo utilizzato il titolo risulta essere sopravvalutato.

Le azioni Class Editori nelle prossime settimane potrebbero andare incontro a un brutto tracollo: Le indicazioni dell’analisi grafica

Class Editori (MIL:CLE) ha chiuso la seduta del 28 maggio a quota 0,111 euro invariato rispetto alla seduta precedente.

La chiave per capire il futuro di questo titolo passa per la chiusura del 28 maggio che ha visto la rottura del forte supporto in aera 0,1125 euro (II obiettivo di prezzo). A questo punto, quindi, ci sono tutti i presupposti per una continuazione del ribasso fino al III obiettivo di prezzo in area 0,0842 euro. I rialzisti potrebbero riprendere il controllo della tendenza nel caso di una chiusura settimanale superiore a 0,1125 euro.

Anche la tendenza in corso sul time frame mensile è ribassista e la chiusura di maggio potrebbe suggellare lo scenario (molto probabile) che vede le quotazioni scendere fino in area 0,077 euro.

Time frame settimanale

class editori

Le linee oblique rosse rappresentano i livelli di Running Bisector; le linee orizzontali i livelli de La Nuova Legge della Vibrazione. Sulla sinistra è mostrato il volume per ciascun livello di prezzo. Il pannello intermedio riporta il segnale di BottomHunter. Il minimo sul time frame considerato è segnato quando è uguale a 1. Il pannello dei volumi mostra il volume scambiato per ciascuna barra confrontato con una media mobile esponenziale zero lag a 20 periodi. Nel pannello inferiore è mostrato lo Swing Indicator che mostra i segnali al rialzo e al ribasso sullo strumento in questione.

Time frame mensile

class editori

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te