Le app e le funzionalità da disattivare su iPhone per risparmiare batteria

Con il passare del tempo, può capitare che il nostro iPhone perda colpi, soprattutto per quanto riguarda la durata della batteria. Ciò potrebbe capitare a causa di diversi fattori, come l’utilizzo quotidiano, i continui aggiornamenti o alcune app che non funzionano bene. Per abbattere i consumi della batteria del nostro iPhone e farla arrivare carica a fine giornata, però, ci sono delle strategie che possiamo mettere in atto.

Tuttavia è necessario, innanzitutto, monitorarne le prestazioni. Per fare ciò basterà andare su Impostazioni e poi cliccare su Batteria. In questa schermata avremo la possibilità di controllare l’andamento dei consumi nelle ultime 24 ore e negli ultimi 10 giorni. Questi dati sono molto importanti, perché ci consentiranno di avere un quadro più chiaro della situazione.

Gestione ottimale del risparmio energetico

Nello stesso menù, inoltre, possiamo anche scegliere se abilitare la modalità “risparmio energetico”. Quest’ultima si attiva automaticamente quando la percentuale della batteria scende al di sotto del 20%. Tuttavia si potrebbe attivare manualmente anche intorno al 50%, soprattutto se notiamo un consumo eccessivo della batteria.

Infine, scorrendo in basso, si può notare anche la voce Utilizzo batteria per app. Qui avremo un prospetto del consumo di batteria generato da ogni applicazione. In questo modo potremmo quindi capire quali sono le funzioni che sfruttano più risorse e, eventualmente, disinstallarle.

Le app e le funzionalità da disattivare su iPhone per risparmiare batteria

Un altro modo per salvaguardare i consumi della batteria potrebbe essere quello di rimuovere tutte le applicazioni eseguite in background. In poche parole, si tratta di tutte quelle operazioni che lo smartphone effettua in autonomia, senza interrompere l’esecuzione di altri programmi attivi. Per farlo sarà sufficiente andare su Impostazioni, Generali e cliccare su Aggiorna app in background. Qui possiamo disattivare tutti i servizi che effettivamente non ci servono in quel momento. Tuttavia, se decidiamo di disabilitare, ad esempio, applicazioni come WhatsApp, Telegram, Messenger e così via, i messaggi che riceviamo potrebbero non arrivare.

Alcune delle funzioni che si potrebbero tranquillamente disattivare sono ad esempio HandOff o Airdrop, che sono servizi di condivisione. Oppure si potrebbero disabilitare Apple Music, andando sul menù Musica, o Hey Siri cliccando sulla voce Siri. Infine, si potrebbe agire in maniera tale che nessuna app possa utilizzare i servizi di localizzazione. Quindi, dal menù Impostazioni andiamo su Privacy, Servizi di localizzazione e su ogni app impostare Mentre usi l’app o Mai.

Altri semplici trucchetti per aumentare la durata della batteria

Oltre a disattivare le app e le funzionalità appena descritte, vediamo quali possono essere degli altri stratagemmi per aumentare la durata della batteria.

Innanzitutto, si potrebbe ad esempio regolare la luminosità automatica dello schermo o attivare in maniera permanente la Dark Mode.

Un altro consiglio efficace potrebbe essere quello di attivare la funzione Caricamento ottimizzato, andando sul menù Batteria e cliccando su Stato Batteria. In questo modo, il nostro iPhone gestirà la carica in maniera intelligente, interrompendola una volta raggiunto il 100%. Nei casi più gravi, invece, potrebbe essere utile un hard reset, una sorta di riavvio forzato che reimposta alcuni parametri interni al cellulare.

Lettura consigliata

Pochi clic per trasferire chat WhatsApp da Android ad iPhone e viceversa

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te