La multa per mancata revisione della caldaia

È obbligatorio per legge sia revisionare la caldaia che il controllo dei fumi. I controlli sembrano sempre costosi, ma la multa per mancata revisione della caldaia lo è anche di più.

Responsabile è il proprietario dell’immobile che una volta l’anno deve chiamare una ditta specializzata che effettui il controllo ed aggiorni il libretto della caldaia. Il mancato controllo comporta violazione delle norme in materia di sicurezza, con conseguenti sanzioni variabili da 500 a 3000 euro.

Controllo delle parti idrauliche ed elettriche

Il controllo si compone di due parti diverse. La prima è la verifica del funzionamento delle parti idrauliche ed elettriche della caldaia. Se necessario il tecnico può cambiare subito valvole o altre componenti. Il secondo momento riguarda l’efficienza della caldaia dal punto di vista dell’emissione di fumi.

Per ragioni di prevenzione dell’inquinamento le emissioni della caldaia devono costantemente essere contenute al di sotto dei limiti di legge. Questo secondo controllo comporta l’emissione del bollino blu, richiesto dal Comune. Il rilascio del bollino conferma anche che il tecnico non riscontra rischio di incendio od esplosioni della caldaia.

La multa per mancata revisione della caldaia

I controlli sono entrambi obbligatori, ma hanno scadenze diverse. Quello tecnico sulle parti della caldaia deve essere effettuato con la periodicità indicata sulla caldaia stessa o sul libretto.  Per la maggior parte dei modelli in commercio è richiesto una volta all’anno, salvo diverse indicazioni sul libretto.

Invece il controllo delle emissioni di fumi, con relativo bollino blu, è richiesto ogni due anni. Anche in questo caso si tratta solo di una norma generale, che va però verificata con il proprio libretto alla mano.

Non occorre che il proprietario si ricordi e scadenzi entrambi gli adempimenti. È sufficiente ricordarsi di chiamare il caldaista una volta l’anno. Sarà il tecnico stesso che, libretto alla mano, vedrà se quell’anno è sufficiente il primo controllo o sia il momento di fare anche il bollino blu.

Le sanzioni per mancato aggiornamento del libretto possono andare da 500 a 3000 euro. I controlli sono effettuati dal Comune a campione. Il proprietario subirà una sanzione anche se sia stato l’inquilino a perdere il libretto impedendone l’aggiornamento. In questo caso la multa varierà da 500 a 600 euro.

Quindi è veramente importante scadenzare questo controllo sul calendario ogni anno.

Consigliati per te