Che differenza c’è tra infuso e decotto e quale è meglio preparare

Per rilassarsi non c’è niente di meglio che godersi una bevanda calda e profumata. Specialmente con l’arrivo della stagione fredda, infusi, tisane e decotti diventano i nostri migliori alleati per riscaldarci e per aiutarci a combattere i malanni di stagione.

Possiamo creare delle buonissime bevande calde anche in casa. Le più semplici da preparare sono gli infusi e i decotti.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
La nuova friggitrice ad aria che amerai: zero odori, zero schizzi

SCOPRI IL PREZZO

Oil free

Ma che differenza c’è tra infuso e decotto e quale è meglio preparare?

Facciamo un viaggio nelle erbe per scoprirlo.

Cambia il metodo di preparazione

Sia per preparare infusi che decotti bisogna far bollire dell’acqua che ci aiuta a estrarre il sapore, l’aroma e le proprietà nutritive da erbe e altri ingredienti.

La parola infuso è in realtà sinonimo della parola tisana.

Tutti sappiamo come si prepara la tisana: facciamo bollire dell’acqua, e versiamola ancora calda sulle nostre erbe. Lasciamo in infusione per qualche minuto, poi filtriamo le erbe e godiamoci la nostra bevanda.

Ma che differenza c’è con il decotto?

Il decotto si prepara in maniera un po’ diversa: per fare il decotto dobbiamo mettere nell’acqua fredda i nostri ingredienti, poi accendere la fiamma e lasciarli bollire a fuoco basso per lungo tempo, anche per mezz’ora. Ma come facciamo a sapere in che modo preparare la nostra bevanda? Tutto dipende dagli ingredienti. Ecco che differenza c’è tra infuso e decotto e quale è meglio preparare.

Infuso per le foglie, decotto per semi e radici

Se stiamo preparando una bevanda con foglie e fiori, allora facciamo senza dubbio un infuso. In questo modo le nostre erbe manterranno il loro aroma e non verranno distrutte dal calore. L’infuso di melissa è uno dei più semplici da fare e ha moltissime proprietà benefiche.

Se invece vogliamo preparare una bevanda con semi, radici, cortecce, o altri ingredienti duri, dobbiamo fare un decotto. Infatti questi ingredienti hanno bisogno di più tempo e di una temperatura più alta per rilasciare le sostanze benefiche. Un decotto semplicissimo da preparare è per esempio quello di zenzero e chiodi di garofano, perfetto per scacciare il raffreddore.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te