Insonnia notturna e mal di testa mattutino potrebbero dipendere dalla mancanza o dall’abbondanza di questa vitamina fondamentale per la nostra vita quotidiana

Nella recente Giornata Mondiale del Sonno si è parlato ovviamente anche di insonnia. Sono emersi dati altamente preoccupanti che riguardano i nostri concittadini: 1 italiano su 4 soffrirebbe di insonnia. Parliamo di adulti e non di bambini e di mancanza di sonno che potrebbe essere cronica o transitoria. Cifre che sono letteralmente raddoppiate negli ultimissimi anni. Bella forza, qualcuno potrebbe dire, con tutto quello che sta accadendo. La migliore delle notizie è il salasso delle bollette o il rincaro di tutto ciò che acquistiamo. Si salvano forse solo le scarpe da calcetto perché vanno in saldo. Se all’insonnia si contrappone il mal di testa, sembra incredibile, ma come conferma questo studio, potrebbe dipendere sempre dalla stessa vitamina. In eccesso o in difetto.

È anche la qualità del sonno che preoccupa

Prima di affrontare il tema vero e proprio del nostro articolo, cioè la Vitamina B6, capiamo anche il legame tra i 2 sintomi. Dormire male e, magari anche poco, significa spesso poi alzarsi con la testa come un alveare. Mangiare tardi e troppo condito potrebbe influire sulla digestione e quindi sui disturbi del sonno e sull’emicrania del mattino successivo. Più andiamo avanti con gli anni e peggio è. Un altro problema emerso negli studi sul nostro sonno è che 1 italiano su 3 dichiara di influenzare negativamente la giornata se la notte dorme poco e male. Con 8 italiani su 10 che dichiarano di svegliarsi almeno una volta nel sonno, senza mai fare una notte completa di sonno. Anche qui, cifre preoccupanti. Magari approfittiamo di questo suggerimento per cercare di dormire meglio.

Insonnia notturna e mal di testa mattutino potrebbero dipendere dalla mancanza o dall’abbondanza di questa vitamina fondamentale per la nostra vita quotidiana

Previene l’invecchiamento, aiuta il cervello e ci difende dalle malattie. Dovremmo usare il condizionale per tutti i verbi, ma questo è quanto emerge dagli studi sulla vitamina B6. Concetti che possiamo vedere sempre nello studio che abbiamo riportato. Nella stragrande maggioranza degli integratori che vediamo nelle pubblicità c’è questa vitamina, alleata della salute.

Cosa comporta non assumerla

Non prenderla significherebbe quindi esporci anche a stanchezza, debolezze e, proprio mancanza di sonno. Ma siccome ricordiamo sempre che dobbiamo consultare il medico prima di prendere qualsiasi integratore, occhio anche agli eccessi. Perché, proprio questa vitamina essenziale potrebbe causarci dei forti mal di testa. Stavolta non provocati dalla stanchezza. Insonnia notturna e mal di testa mattutino, sintomi vicini e opposti, ma comunque legati alla vitamina B6.

Lettura consigliata

Altro che burro e salumi ecco gli alimenti che farebbero schizzare colesterolo e trigliceridi alle stelle

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te