Indagini finanziarie sui flussi di soldi all’estero

Ormai all’occhio del Fisco non scappa nulla. L’Agenzia delle Entrate in accordo con la Guardia di Finanza ha siglato un accordo per fare indagini finanziarie sui flussi di soldi all’estero. La misura scatta nel momento in cui c’è un passaggio di capitali per somme superiori a 15mila euro dirette oltre i confini del Belpaese. L’amministrazione finanziaria può chiedere a  intermediari esteri per masse di contribuenti o sui titolari effettivi maggiori delucidazioni sul transito di una mole di denaro verso Stati diversi dall’Italia. Come funzionerà l’intero meccanismo? Guardia di Finanza e Agenzia delle Entrate hanno siglato un protocollo molto chiaro in modo da poter agire non appena si segnalano operazioni sospette.

Cosa devono fare gli intermediari bancari

Gli intermediari bancari devono segnalare entro un mese all’anagrafe tributaria passaggi di flussi finanziari dall’Italia all’estero. La somma che passa da un conto all’altro se più alta di 15mila euro, gli intermediari hanno meno tempo per fare la segnalazione. In questo caso bisogna la comunicazione all’anagrafe tributaria va fatta entro 15 giorni. E’ bene chiarire un aspetto per chi pensa di fare il furbo frazionando l’importo in modo da non arrivare ai 15mila euro. La comunicazione anche in questo caso che si tratti di operazione unica o di operazione frazionata ricade nei 15 giorni e non nei 30. Nella lettera di trasmissione all’amministrazione finanziaria, gli intermediari hanno l’obbligo di comunicare una serie di informazioni in modo dettagliato. Nella segnalazione vanno indicati i dati di chi dispone l’operazione fino ai dettagli relativi al conto di accreditamento.

Quando partono le indagini finanziarie sui flussi di soldi all’estero

In questi mesi si metterà a punto il sistema informatico. Le comunicazioni tra le parti avverranno in maniera telematica. Il servizio di indagini finanziarie sui flussi di soldi all’estero partirà l’1 ottobre 2020. Questa nuova procedura entra in essere a seguito di un decreto legge in tema di monitoraggio fiscale. L’amministrazione finanziaria sta tentando in tutti i modi di porre un freno ad operazioni sospette ed a eventuali casi di antiriciclaggio.

Fai trading sui mercati più famosi del mondo ed esplora le infinite opportunità con Plus500

Inizia a fare trading »

Il 76,4% degli investitori al dettaglio perde denaro sul proprio conto quando negozia CFD con questo fornitore. Dovresti considerare se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

Scopri Plus500
Scopri Plus500

Consigliati per te

Ricevi un e-book in omaggio!

Basta inserire la tua mail per scaricare subito il nostro e-book
QUESTA È LA VITA DA TRADER!

Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo il GDPR 2016/679 UE per le comunicazioni da parte di Proiezionidiborsa S.r.l. in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate. Dichiaro, inoltre, di aver preso visione della Privacy Policy.